LUNEDÌ 05 OTTOBRE 2015, 003:00, IN TERRIS

AL VIA L'UNDICESIMA EDIZIONE DEL TROFEO WOJTYLA, IN CAMPO ANCHE I MIGRANTI

Il torneo di calcio inizia oggi e terminerà il 10 ottobre. Tavecchio: "Il nome del Papa polacco ben si associa alle iniziative che riguardano i giovani"

DANIELE VICE
AL VIA L'UNDICESIMA EDIZIONE DEL TROFEO WOJTYLA, IN CAMPO ANCHE I MIGRANTI
AL VIA L'UNDICESIMA EDIZIONE DEL TROFEO WOJTYLA, IN CAMPO ANCHE I MIGRANTI
Apre l'11esima edizione del torneo di calcio dedicato a Karol Wojtyla. Nato nel 2005, il Trofeo ha lo scopo di favorire l'incontro di giovani atleti (under 19) alla soglia del professionismo e di essere un riferimento per calciatori di Paesi, culture e religioni diverse. L'edizione di quest'anno, realizzata in collaborazione con la Figc e il sostegno della Leghe Serie A e Serie B, si svolgerà a Lariano (Roma), sul campo dell'Ad Lariano 1963 e vedrà al via, con la formula di due gironi eliminatori formati da tre squadre "Primavera" ciascuno, Roma, Lazio, Virtus Lanciano, i bosniaci del Zrinjski Mostar, i romeni del Brasov e la rappresentativa Lazio della Lega Nazionale Dilettanti.

"Il torneo su mia richiesta è inserito tra le manifestazioni fisse in capo alla Lega Dilettanti - ha ricordato il presidente della Figc, Carlo Tavecchio, nel corso della presentazione svoltasi in federazione - sono state 11 edizioni consolidate, e il nome di Wojtyla calza benissimo con tutte le nostre iniziative per i giovani". Tra i sostenitori anche la presidenza dell'Assemblea Capitolina che sottolinea come i valori della manifestazione ben si sposano con l'anno del Giubileo e la candidatura di Roma 2024.

Il Trofeo, da sempre a favore della lotta contro il razzismo e a favore dell'integrazione, anche in questa edizione affianca l'Associazione Nazionale Vittime Civili di Guerra e sostiene la sua campagna di informazione sul tema dei rifugiati "Io non volevo partire - chi fugge dalle guerre ha bisogno di una mano". "Il presidente Tavecchio ha saputo coniugare i valori dello sport con i valori umani -  ha ricordato il presidente dell'Anvcg, Giuseppe Castronovo - non è ammissibile che ci siano altri bambini ciechi o che muoiano sotto le bombe. Questi rifugiati escono dai loro Paesi perché costretti,non dobbiamo chiuderci in un cieco egoismo ma bisogna accoglierli".
Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.
Facebook Twitter Google + Scrivici Scrivici
Commenti

Gentile lettore, 

la redazione si riserva di approvare i commenti prima della loro pubblicazione. 

Fai una donazione
Vuoi essere aggiornato?
NEWS
L'esultanza del Milan al termine del match contro il Bologna
CALCIO | SERIE A

Frenano Roma e Napoli, sorride il Milan

Giallorossi e partenopei fermati sullo 0-0 da Chievo e Fiorentina. Primo successo per Gattuso, ok Udinese e Sassuolo
Monsignor Antonio Riboldi
NAPOLI

Addio a monsignor Riboldi, protagonista della lotta alla camorra

Il vescovo emerito di Acerra (Napoli) si è spento all'età di 94 anni
Il presidente della Repubblica Sergio Mattarella
MATTARELLA

"Il rispetto dei diritti umani è il pilastro di una società giusta"

Il messaggio del presidente della Repubblica in occasione della Giornata mondiale per i diritti umani
Il Duomo di Milano
CONCERTO DI NATALE

Arie sacre in Duomo di Milano

In scaletta le più belle "Ave Maria" del reportorio classico
Proteste anti-americane a Beirut
GERUSALEMME CAPITALE

Scontri davanti ambasciata Usa a Beirut

Proteste anche in Svezia e in Indonesia
Spelacchio
NATALE A ROMA

"Spelacchio", l'albero più sbeffeggiato sui social

L'abete di Piazza Venezia è considerato uno dei peggiori che Roma Capitale abbia mai avuto