LUNEDÌ 29 MAGGIO 2017, 12:14, IN TERRIS

"Abbiamo bisogno di uomini di pace", la lettera di mons. Zuppi ai "fratelli" islamici per il Ramadan

Il vescovo di Bologna scrive al coordinatore della comunità islamica bolognese, Yassine Lafram

REDAZIONE
"Abbiamo bisogno di uomini di pace", la lettera di mons. Zuppi ai "fratelli" islamici per il Ramadan
Mons. Matteo Maria Zuppi, arcivescovo di Bologna, scrive una lettera a Yassine Lafram, coordinatore della comunità islamica bolognese. Il presule si rivolge ai "carissimi fratelli e sorelle fedeli dell'Islam" per far giungere loro il suo "saluto insieme a quello di tutta la chiesa che è in Bologna" all'inizio del Ramadan, il mese del digiuno della religione islamica. Una missiva che la comunità araba, come si legge sulla loro pagina Facebook, che è stata ben accettata dalla comunità: "Apprezziamo molto il gesto di S.E. Matteo Maria Zuppi, un uomo di dialogo e di grande apertura verso tutti".

"Prego per voi"


"Ciò che voi fate - scrive mons. Zuppi - fa parte di una storia di pietà e timore di Dio che avete in comune con ebrei e cristiani". Il digiuno "è lotta contro le cattive passioni ma serve anche a provare la fame dei poveri ed essere più solidali con loro". E da cristiano Zuppi scrive che "Prego per voi e per i vostri figli affinché possiate vivere con serenità me pace in questa nostra città di Bologna e offrire a essa il vostro contributo non solo come credenti ma anche come cittadini pienamente integrati nel corpo sociale".

C'è bisogno di uomini di pace


Facendo sue le parole che più volte ha pronunciato anche Papa Francesco, il presule evidenzia come oggi, più che mai, ci sia bisogno di uomini e di donne di pace: "In questi giorni si addensano notizie terribili di violenze compiute su tanti innocenti, come l'uccisione di tanti cristiani in Egitto. Abbiamo più che mai bisogno di uomini e donne impegnati con tutte le loro forze a costruire la pace e a lottare contro i violenti. Pace per tutti, non solo per alcuni". Ma non è stato solo il Vescovo di Bologna a porgere gli auguri per l'inizio del Ramadan. Anche dall'assessore regionale Emma Petitti si è aggiunta: "Auguro ai nostri concittadini musulmani un buon Ramadan. Che sia un mese di pace e di serenità per tutti, in nome della convivenza e del reciproco rispetto"
Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.
Facebook Twitter Google + Scrivici Scrivici
Commenti

Gentile lettore, 

la redazione si riserva di approvare i commenti prima della loro pubblicazione. 

Fai una donazione
Vuoi essere aggiornato?
NEWS
Papa Francesco incontra il clero locale nella Cattedrale di Santiago del Cile Photo © Vatican Media
PAPA IN CILE

"In Gesù le nostre piaghe sono risorte"

Testo integrale del discorso del Pontefice ai religiosi, consacrati e seminaristi nella Cattedrale di Santiago
Papa Francesco nel Carcere femminile di Santiago del Cile benedice i bambini Photo © Vatican Media
PAPA IN CILE

"La maternità non è e non sarà mai un problema"

Il Pontefice in visita al carcere femminile di Santiago: "La sicurezza pubblica si costruisce con il lavoro"
Papa Francesco saluta le detenute del Carcere femminile di Santiago del Cile Photo © Vatican Media
PAPA IN CILE

"Siete privi di libertà non della dignità"

Testo integrale del saluto del Pontefice alle detenute del Carcere Femminile di Santiago del Cile
Milano, i Vigili del fuoco sul luogo della tragedia
TRAGEDIA SUL LAVORO

Milano, tre operai morti intossicati in fabbrica

Si aggrava il bilancio dell'intossicazione nello stabilimento metalmeccanico: gravissimo il quarto lavoratore
Kosovska Mitrovica, la scena del crimine
KOSOVO|LEADER SERBO UCCISO

Tensione alle stelle tra Belgrado e Pristina

Oliver Ivanovic assassinato a Kosovska Mitrovica. Vucic ritira la delegazione da Bruxelles
Una delle chiese assaltate in Cile
CILE

Scontri e chiese assaltate: proteste per la visita del Papa

Carabinieri aprono gli idranti contro la "Marcia dei poveri", date alle fiamme altre tre parrocchie