Luca Parmitano saluta dallo spazio i bimbi in ospedale

ULTIMO AGGIORNAMENTO 11:15

Natale speciale per Luca Parmitano, il militare e astronauta italiano attualmente a bordo della Stazione Spaziale Internazionale (Iss). Per lui, che è stato il primo italiano ad effettuare nel 2013 un'attività extraveicolare – vale a dire una passeggiata spaziale – di ben 6 ore, non ci saranno panettoni, ma tanta cioccolata. Lo ha raccontato lui stesso – con tanto di cappello natalizio e levitando nella capsula – collegato con i bambini della Ludoteca dell'ospedale pediatrico Bambino Gesù di Roma. Un momento di grande gioia ed emozione per i picccoli malati e le loro famiglie, a pochi giorni dalla festa più amata dai bambini. 

Babbo Natale e Alieni: le domande dei bambini

“Ma Babbo Natale porta i regali anche nello spazio?”, chiede uno dei piccoli ricoverati, sinceramente preoccupato per AstroLuca. “Le calze sono pronte – ha risposto lui prontamente nonostante i 410 km che lo separano dalla Terra – anche l'albero [capovolto nelle immagini n.d.r.] è pronto; le renne sono animali veloci. Spero che riesca. Ma siamo abbastanza difficili da acchiappare“. La Iss infatti viaggia a una velocità media di 27 600 km/h, completando 15,5 orbite al giorno. Parmitano, che ha il comando della missione Beyond, ha parlato di quello che è possibile fare per la Terra. “Ognuno deve dare il suo contributo – ha sottolineato – abbiamo problemi tra cui l'inquinamento, e voi che siete il nostro futuro dovete imparare a riciclare. Utilizzare i mezzi pubblici, la bici, camminare”, ha detto ripreso da Ansa. Ha poi spiegato cosa ama fare: “Amiamo fare foto della Terra, è la cosa più bella che vediamo da qua sopra”. Ma, a domanda precisa, ha risposto: “Nessun avvistamento di extraterrestri. L'unico alieno che ho visto – ha detto ridendo – è la mia faccia la mattina quando mi faccio la barba”. Ma stelle cadenti sì, e la particolarità è che a differenza di ciò che accade sulla Terra per vederle deve guardare in basso. Poi, un dialogo con Letizia, aspirante astronauta di 9 anni. “Non so se lo posso fare – è stata l'obiezione della bimba – ho diverse opzioni”. “Samantha Cristoforetti – le ha detto Parmitano – è ingegnere, pilota, astronauta: puoi fare tante cose e poi diventare astronauta”. Alla Cristoforetti la Mattel ha anche dedicato una Barbie speciale, con tanto di tuta da astronauta. Magari nella calza AstroLuca ne troverà una anche lui.

Se vuoi commentare l'articolo manda una mail a questo indirizzo: [email protected]
Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.