La bottega dove i prodotti in vendita sono 100% italiani

ULTIMO AGGIORNAMENTO 11:00

Quei consumatori che vogliono acquistare prodotti 100% italiani, al supermercato debbono districarsi nella lettura delle etichette, talvolta non facili da decifrare. A Tortolì, paese di 11mila abitanti in provincia di Nuoro, da giovedì scorso c'è una bottega in cui si potrà andare sul sicuro: tutti i prodotti agroalimentari in vendita sono di Campagna Amica (circuito di allevamenti, agriturismi, fattorie che fanno propria la filosofia del chilometri zero) e 100% made in Italy.

L'apertura della bottega italiana è la seconda in Sardegna e segue di pochi giorni quella di Sassari. “Una bottega che garantisce qualità e provenienza dei prodotti in vendita – assicura il direttore di Coldiretti Nuoro Ogliastra Alessandro Serra -. Ci sono soprattutto i prodotti delle aziende agricole locali di Campagna Amica e quelli trasformati con sole materie prime coltivate in Italia. Una garanzia per il consumatore che sa ciò che porta in tavola. Una operazione di trasparenza e di promozione dei nostri prodotti, locali, di stagione, sostenibili e che sostiene l'agricoltura locale e italiana“. “Anche questa bottega entra a far parte della nostra grande rete di Campagna Amica, quella dei prodotti agricoli di cui conosciamo l'origine 100% italiana. Ricordiamo che l'agricoltura italiana è la più green d'Europa – spiega il presidente di Coldiretti Nuoro Ogliastra Leonardo Salis -, con il maggior numero di aziende dedite all'agricoltura biologica, il divieto all'utilizzo degli Ogm. Ma è anche al vertice della sicurezza alimentare mondiale con il minor numero di prodotti agroalimentari con residui chimici irregolari (0,5%), quota inferiore di 3,2 volte alla media Ue (1,7%) e ben 12 volte a quella dei Paesi terzi (5,6%)“.

Se vuoi commentare l'articolo manda una mail a questo indirizzo: scriviainterris@gmail.com
Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.