Bebe Vio diventa una Barbie

ULTIMO AGGIORNAMENTO 11:00

Puoi essere tutto ciò che desideri”: è questo il motto di Barbie, la bambola prodotta dalla Mattel più famosa al mondo. Un claim iniziato nel 2016 che valorizza la filosofia che guida la casa di produzione e la bambola-icona, nata nel lontano 1959. In tutti questi anni, la figura femminile (e della bambola) si è modificata radicalmente: da donna di casa, sempre molto fashion, la Barbie ha iniziato a impersonare sempre più professioni fino a pochi anni fa quasi esclusivamente maschili. Pensiamo alla Barbie astrofisica, all'austronauta, alla dottoressa e alla calciatrice, senza dimenticare le evergreen: insegnante, veterinaria, fotomodella, chef, amazzone etc… Il brand negli ultimi anni ha creato Barbie che riprendevano importanti figure femminili contemporanee, donne e ragazze di tutte le etnie e professioni che possano essere da esempio alle bambine di oggi, donne di domani. “Quando una bambina gioca con Barbie – spiega a DailyNet Fulvia Barletta Asst. Brand Manager Barbie può immaginare di essere qualunque persona, di svolgere qualunque mestiere, di diventare tutto ciò che desidera”. 

La Barbie Bebe

Anche una campionessa paraolimpica di scherma. Perché, come dice sempre la protagonista, “Se sembra impossibile allora si può fare”. E' questo il motto di Bebe Vio, il cui valore come modello per le bambine ha spinto Mattel a dedicarle una Barbie One of a kind, in copia unica con le sue sembianze. La campionessa paralimpica ha fondato con i genitori art4sport, Onlus che aiuta i bambini amputati ad integrarsi nella società attraverso lo sport. Insieme a Chitra, atleta di 8 anni che fa parte dell'associazione, Bebe sarà protagonista di un video ispirazionale di Barbie. Il suo consiglio per le bambine è: “Sorridi sempre, anche se non ne hai voglia. Quando sembra che tutto vada storto cerca di riderci sopra. Senza ironia e, soprattutto senza autoironia, qualsiasi difficoltà diventa un peso enorme da sopportare. A riderci su, invece, si alleggerisce anche il momento più difficile”. La Mini Bebe conclude le celebrazioni per i 60 anni della bambola più famosa del mondo che, da quest'anno, ha un'icona in più per ispirare le bambine a diventare un giorno “tutto ciò che desiderano”. 
   

Se vuoi commentare l'articolo manda una mail a questo indirizzo: [email protected]
Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.