Alex Zanardi operato al San Raffaele: “Condizioni stabili”

Il due volte campione paralimpico sottoposto sabato scorso a un delicato intervento neurochirurgico

ULTIMO AGGIORNAMENTO 19:09

E’ tornato in sala operatoria Alex Zanardi, sottoposto a “una delicata procedura neurochirurgica per il trattamento di alcune complicanze tardive dovute al trauma cranico primitivo”. Secondo quanto riferito, l’intervento è stato effettuato due giorni fa presso il reparto di Terapia Intensiva Neurochirurgica del San Raffaele, dove era stato trasferito dalla clinica Villa Beretta. Le condizioni dell’ex pilota, come riferito dallo stesso ospedale milanese, “appaiono stabili“. La stessa nota precisa che “in merito alle condizioni cliniche di Alex Zanardi, l’Ospedale San Raffaele comunica che il giorno successivo al trasferimento presso la Terapia Intensiva Neurochirurgica, diretta dal professor Luigi Beretta, il paziente è stato sottoposto a una delicata procedura neurochirurgica eseguita dal professor Pietro Mortini, direttore dell’Unità Operativa di Neurochirurgia, per il trattamento di alcune complicanze tardive dovute al trauma cranico primitivo”.

Condizioni stabili

Zanardi era stato trasferito nella clinica di Villa Beretta, in provincia di Lecco, per eseguire un percorso di riabilitazione neurologica. Il pluricampione paralimpico aveva già trascorso oltre un mese nell’Ospedale di Siena, dove aveva subito tre interventi. Conseguenza diretta del gravissimo incidente subito il 19 giugno durante una sessione in handbike sulla provinciale che raggiunge Pienza, in Val d’Orcia. Come riferito dalla struttura sanitaria San Raffaele, “gli accertamenti clinici e radiologici confermano il buon esito delle suddette cure”. Le attuali condizioni cliniche del paziente, spiegano, “tuttora ricoverato in Terapia Intensiva Neurochirurgica, appaiono stabili“.

Se vuoi commentare l'articolo manda una mail a questo indirizzo: [email protected]
Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.