Von der Leyen: “L’obiettivo dell’Ue: non essere più dipendenti dal gas russo”

Le dichiarazioni della numero uno dell'esecutivo europeo al termine del bilaterale con Jonas Gahr Store, premier della Norvegia

ULTIMO AGGIORNAMENTO 15:31
archivio Image / Cronaca / Ursula von der Leyen / foto Imago/Image

L’obiettivo dell’Unione Europa deve essere quello di non essere più dipendenti dal gas russo. Lo ha affermato la presidente della Commissione Ue, Ursula von der Leyen, al termine del bilaterale con il premier norvegese Jonas Gahr Store.

Le dichiarazioni di Ursula von der Leyen

La Russia ha strumentalizzato l’energia nei mesi e negli anni scorsi e noi siamo davvero determinati a non essere più dipendenti dal gas russo. Questa è un investimento strategico per la nostra indipendenza“, ha dichiarato la presidente della Commissione Ue Ursula von der Leyen al termine del bilaterale con il premier norvegese Jonas Gahr Store. “La Norvegia è un fornitore affidabile di gas“, ha aggiunto la numero uno dell’esecutivo europeo.

“La pressione esercitata da Mosca sul gas non è stata solo sull’Ucraina ma anche sull’Ue”, ha sottolineato von der Leyen spiegando che l’Europa “ogni volta ha potuto contare” sul fatto che la Norvegia “possa fornire il gas necessario”. Allo stesso tempo “condividiamo che da un lato il gas è importante ma dall’altro abbiamo bisogno di diversificare le fonti. Per l’Ue è chiara la strada: ridurre la nostra dipendenza dal gas e andare verso le rinnovabili“, ha aggiunto von der Leyen. “La condivisione dei valori è la base della nostra cooperazione.

Sono tempi difficili“, la crisi in Ucraina “non solo mostra la violazione del diritto internazionale da parte di Mosca” ma anche un momento in cui “le autocrazie stanno sfidando le democrazie“: ha concluso la Commissione Ue Ursula von der Leyen.

Se vuoi commentare l'articolo manda una mail a questo indirizzo: scriviainterris@gmail.com
Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.