Usa 2020, Trump: “I Dem stanno cercando di truccare il voto”

Diversi stati stanno valutando l'ipotesi di far votare via posta, ma i repubblicani si oppongono per timore di manipolazione del voto

ULTIMO AGGIORNAMENTO 8:32
Usa2020

Causa pandemia, diversi stati stanno valutando l’ipotesi di far votare via posta, una possibilità a cui il presidente americano Donald Trump e i repubblicani si oppongono fermamente per timore di manipolazione del voto. “I democratici stanno cercando di truccare le elezioni, è chiaro e semplice”, ha twittato il presidente Usa allegando al suo cinguettio un suo precedente tweet in cui criticava la possibilità di un voto via posta. Di opinione diversa il Republican National Committee che ha fatto causa alla California per fermare il voto via posta per le elezioni di novembre. Il governatore Gavin Newsom ha annunciato di voler incoraggiare tutti gli elettori a votare via posta in novembre così da evitare file e assembramenti e contenere il coronavirus.

Coronavirus

Intanto è in fase di calo il numero di nuovi decessi per coronavirus negli Stati Uniti. Nelle ultime 24 ore sono stati 638, meno degli oltre 1.000 degli ultimi giorni. In totale i casi in Usa sono oltre un milione e seicentomila e i morti quasi 98mila, 97.722. E’ quanto emerge dai dati della Johns Hopkins University. Focolaio dell’infezione rimane New York dove i positivi sono 197mila e i decessi 16.149.

Riaprire le scuole

Trump è stato recentemente attaccato per essere tornare a giocare a golf mentre gli Stati Uniti si avviano a toccare il triste primato dei 100.000 morti per coronavirus. Il Presidente ha respinto le accuse ricordando che Barack Obama “giocava sempre a golf, viaggiava a bordo del 746 per giocare a golf alle Hawaii”. E sempre via twitter attacca anche Joe Biden per la sua gaffe con gli afroamericani: “Sleepy Joe non vi spingerà mai dove vi ha portato l’amministrazione in termini di tasso di disoccupazione e opportunità offerte”. L’ultimo suo twitter è stato invece di tono diverso: “Aprire le scuole al più presto“, ha scritto.

Se vuoi commentare l'articolo manda una mail a questo indirizzo: scriviainterris@gmail.com
Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.