L’uragano Laura tocca terra: lo spettro di Katrina su Texas e Louisiana

La tempesta, già di forza 4, ha toccato terra nella notte al confine fra i due Stati. Secondo gli esperti, nelle prossime ore crescerà ulteriormente di intensità

ULTIMO AGGIORNAMENTO 12:36

Una coincidenza che rievoca ricordi drammatici ma che costringe anche a far fronte a una possibile, anzi, probabile emergenza. L’uragano Laura approda sulle coste degli Stati Uniti, giusto al confine tra Texas e Louisiana, quasi nello stesso punto dove quindici anni fa arrivò il gemello Katrina. Laura è già tempesta di categoria 4 e, come il predecessore, ha portato agli Stati Uniti logorati dal coronavirus e dalle tensioni sociali un ulteriore flagello. La velocità del vento all’approdo sulla terraferma è già più forte di quella che ebbe Katrina, ritenuto uno dei peggiori disastri naturali della storia americana. E le prospettive per i prossimi giorni sfiorano il catastrofico.

Evacuazioni complicate

Al momento, i venti toccano i 240 chilometri orari. Qualora superassero i 250, si parlerebbe di un uragano di forza 5. Come lo fu Katrina, esattamente nello stesso periodo, nel lontano ma spaventosamente prossimo 2005. Da quando l’uragano ha toccato terra, sono già saliti a 285 mila gli utenti senza alimentazione elettrica fra Texas e Louisiana. E, molto probabilmente, nelle prossime ore si renderanno necessarie le evacuazioni della cittadinanza. Un dettaglio assolutamente non trascurabile, sia per il pericolo costituito dalla tempesta che per i disagi portati dall’emergenza sanitaria, che renderà complicati gli spostamenti dei cittadini. Almeno mezzo milione di persone hanno ricevuto l’invito delle autorità a trasferirsi, poiché specie sulle coste il pericolo è concreto. L’Nhc ha infatti previsto onde di tempesta alte sei metri, con la possibilità di inondazioni nell’area nord del Golfo.

L’uragano e il virus

Il presidente degli Stati Uniti, Donald Trump, ha invitato la popolazione ad “ascoltare le autorità locali“, visto che l’uragano è “molto pericoloso e in rapida intensificazione”. Laura ha guadagnato il 70% della propria forza nelle ultime 24 ore, giusto prima di toccare terra. In Louisiana, dove Katrina si abbatté quasi radendo al suolo New Orleans e altre città costiere, si materializza un vecchio fantasma. Che torna in un momento storico in cui tutto è reso più complicato da un virus che agisce con altrettanta intensità.

Se vuoi commentare l'articolo manda una mail a questo indirizzo: [email protected]
Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.