Ucraina, morti un cameraman di Fox News e una giornalista

L'operatore è rimasto ucciso nell'incidente vicino Kiev dove è stato ferito il corrispondente britannico Benjamin Hall

ULTIMO AGGIORNAMENTO 17:24
preghiera
Kharkiv 01/03/2022 - guerra in Ucraina / foto Imago/Image nella foto: guerra ONLY ITALY

Sale a cinque il numero degli operatori dell’informazione che hanno perso la vita in queste settimane di guerra in Ucraina. Gli ultimi due sono è un cameraman dell’emittente americana Fox News, ucciso nell’incidente vicino Kiev dove ieri è rimasto ferito il corrispondente della stessa televisione Benjamin Hall, e una reporter locale, Oleksandra Kuvshinova.

La vittima

Si chiamava Pierre Zakrzewski l’addetto alle riprese di Fox News morto in Ucraina, lo ha reso noto la stessa emittente. Zakrzewski, fa sapere la Fox, aveva una lunga esperienza nei teatri di guerra ed era stato in Iraq, Afghanistan e Siria. L’altra vittima, Kuvshinova, aveva 24 anni ed era una giornalista locale, lavorava per Fox News da un mese. In un post su Telegram il consigliere del ministro degli Interni ucraino Anton Gerashchenko ha riferito che con Hall e Zakrewski c’era anche la produttrice Alexandra Kuvshinova, di cui si ignorano ancora le condizioni. “A giudicare dalla natura delle ferite di Ben Hall, l’equipe di Fox News è stata colpita da colpi di mortaio o di artiglieria degli occupanti russi vicino al villaggio di Gorenki, nella regione di Kiev, sulla strada per Irpin”, ha spiegato il consigliere Gerashchenko, aggiungendo che Hall “è in gravi condizioni ed ha subito numerosi interventi chirurgici”.

Azoulay (Unesco): “Garantire protezione dei giornalisti”

“I giornalisti svolgono un ruolo fondamentale nella diffusione delle informazioni durante i conflitti e non dovrebbero mai essere presi di mira – ha affermato il direttore generale dell’Unesco Audrey Azoulay in una nota – Chiedo il rispetto degli standard umanitari internazionali, al fine di garantire la protezione dei giornalisti e dei professionisti dei media”.

I giornalisti

Il cameraman della televisione statunitense si unisce al numero dei reporter uccisi e feriti dall’inizio della guerra in Ucraina annunciato su Telegram stilato dalla responsabile per i diritti umani del parlamento ucraino Lyudmila Denisova: “Gli occupanti stanno combattendo contro la copertura obiettiva dei loro crimini di guerra: stanno uccidendo e sparando sui giornalisti“, ha sottolineato. Le tre vittime – ricorda l’agenzia ucraina Unian – sono Viktor Dudar, colpito durante i combattimenti vicino a Mykolayiv, l’operatore Yevhen Sakun ucciso in un attacco missilistico a Kiev e l’americano Brent Renaud, ucciso a Irpin, nella regione di Kiev.

Se vuoi commentare l'articolo manda una mail a questo indirizzo: scriviainterris@gmail.com
Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.