Trasporti e logistica, ecco le nuove disposizioni

I ministeri della Salute e della Infrastrutture e delle mobilità sostenibili hanno firmato l'ordinanza che adotta il nuovo protocollo per il contenimento del Covid nel settore

ULTIMO AGGIORNAMENTO 20:09

Aggiornate le disposizioni contro i rischi legati al Covid per gli addetti ai trasporti e alla logistica. La nuova ordinanza approvata dal Ministero della Salute e dal Ministero delle infrastrutture e delle mobilità sostenibili prevede, tra le altre cose, il controllo della green pass prima di salire a bordo nei grandi hub ferroviari, e quando possibile anche nelle piccole stazioni, e il ripresa della vendita dei biglietti a bordo di bus e tram.

Le principali disposizioni

Alcune delle novità presenti nel Protocollo condiviso di regolamentazione per il contenimento della diffusione del Covid-19 nel settore del trasporto e della logistica, adottato con l’ordinanza firmata dai ministri Roberto Speranza ed Enrico Giovannini, sono le seguenti:

  • Trasporto ferroviario: nei grandi hub come Milano Centrale, Roma Termini, Firenze Santa Maria Novella, e dove possibile anche nelle altre stazioni, il controllo del green pass deve essere effettuato preferibilmente prima della salita sul mezzo e in caso contrario, il controllo può essere effettuato insieme alla verifica del biglietto dal personale di bordo. Nell’eventualità di passeggeri con sintomi riconducibili al Covid le autorità sanitarie e la polizia ferroviaria possono decidere, una volta valutate le condizioni, di fermare il treno per procedere a interventi d’urgenza o di prevedere appositi spazi dedicati. Il convoglio dovrà poi essere sanificato prima di tornare operativo

 

  • Trasporto pubblico locale: è prevista la graduale ripresa della vendita dei biglietti a bordo nei bus e nei tram, mezzi che dovranno essere sanificati almeno una volta al giorno, e delle attività di controllo a bordo. Torna la possibilità di usare anche la porta anteriore, sarà installato un separatore protettivo dell’area di guida

 

  • Taxi e noleggio con conducente: non più di due passeggeri sui sedili posteriori se non componenti dello stesso nucleo familiare, inoltre all’interno del veicolo è possibile installare paratie divisorie tra conducente e passeggero

 

  • Trasporto marittimo e portuale: è necessario evitare quanto più possibile i contatti tra il personale di terra e il personale di bordo e comunque è raccomandata la distanza di almeno un metro. Per il personale e i passeggeri è previsto l’obbligo della mascherina

 

  • Trasporto merci: gli operatori devono indossare la mascherina se entrano in contatto con altri, se sprovvisti invece devono rimanere a bordo. Le attività di carico e scarico delle merci devono avvenire in condizioni di sicurezza, cioè senza contatto diretto tra operatori e autisti. E’ raccomandato inoltre raccomanda inoltre l’utilizzo di modalità di pagamento online o no contact

Se vuoi commentare l'articolo manda una mail a questo indirizzo: scriviainterris@gmail.com
Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.