Tifone nel Sud-Ovest del Giappone: 200 mila evacuati

La tempesta Haishen punta sulle coste nipponiche e minaccia anche la Corea del Sud: venti a oltre 160 chilometri orari

ULTIMO AGGIORNAMENTO 14:46

Il tifone Haishen si sta avvicinando alle coste del sud del Giappone, dove si stanno intensificando le manovre di evacuazione di almeno 200,000 abitanti. Il tempo, come previsto per oggi domenica 6 settembre, sta peggiorando velocemente e sono previsti pioggia intensa, forti mareggiate e vento ad oltre 160 km l’ora. La forte perturbazione si sta abbattendo sul Sud del Paese nella regione di Kiushu ed è previsto che per domani arriverà a toccare la Corea del Sud.

Maysak e Haishen due tifoni da record

Haishen è ultimo arrivato dopo il passaggio devastante dell’uragano Maysak, uno dei peggiori che sia passato negli ultimi anni nella regione posta a sud ovest dell’arcipelago nipponico. “Il tifone che si sta per abbattere su Kiushu porta con sé pioggia, vento, onde e alta marea a livelli record. Chiedo quindi alla popolazione di rimanere in stato di allerta”, così il primo Ministro Shinzo Abe, secondo quanto riportato su JapanToday.

Evacuazioni difficili a causa del Coronavirus

Questa mattina presto numerose persone che indossavano la mascherina a causa del Coronavirus sono state riunite nei centri di accoglienza di Kagoshima, e altre parti del sud del Paese. Ma alcuni centri di evacuazione hanno dovuto diminuire l’accoglienza delle persone per le norme anti Covid. Questo ha obbligato molti residenti a doversi rifugiare in diversi alberghi considerati meno a rischio delle proprie abitazioni. Poiché il tifone ha già provocato danni quali allagamenti e interruzione di corrente elettrica in più di 30.000 abitazioni in Kagoshima e 3000 in Okinawa, le autorità invitano tutta la popolazione a muoversi con estrema cautela.

Trasporti interrotti da sabato

Due per ora i feriti, secondo quanto riportato dalle autorità della FDMA (Fire and Disaster Management Agency). Ma l’allerta rimane alta per la possibilità nelle prossime ore di danni da allagamenti, vento forte e possibili smottamenti del terreno. Sospesi da sabato treni e più di 500 voli. Anche il trasporto via mare è stato interrotto. Interrotte anche le ricerche del personale a bordo di un cargo disperso i giorni scorsi durante l’uragano Maysak: la Gulf livestock 1 con 43 membri di equipaggio e 6000 mucche. Solo tre i marinai recuperati e Messi in salvo dalla Guardia Costiera.

Tifone in arrivo, allertata la Corea

Le previsioni del centro meteorologico giapponese prevedono lo spostamento dell’uragano verso l’isola di Goto a ovest di Nagasaki – dove sono state già evacuate 36.000 persone – per poi abbattersi sulla Corea del Sud nella mattina di lunedì.

Se vuoi commentare l'articolo manda una mail a questo indirizzo: [email protected]
Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.