Scoperto arsenale a Napoli, arrestati due fratelli gemelli

Gli agenti hanno rinvenuto un fucile kalashnikov, una pistola 44 Magnum, una pistola calibro 7,65 con matricola abrasa e un fucile calibro 12 a canne mozze

ULTIMO AGGIORNAMENTO 9:31
L'arsenale sequestrato a Napoli

Un arsenale pieno di armi di vario tipo è stato scoperto a Napoli dagli agenti del commissariato di polizia San Carlo Arena durante un controllo in un deposito in uso a due uomini. I poliziotti, giunti all’interno del locale, hanno notato che una delle pareti era stata imbiancata recentemente, come avviene dopo dei lavori di muratura.

La scoperta

Insospettiti, hanno praticato un foro nella parete con un trapano ed hanno scoperto un’intercapedine dove erano state occultate armi e munizioni. Nello specifico, gli agenti hanno rinvenuto un fucile kalashnikov completo di caricatore, una pistola 44 Magnum, una pistola calibro 7,65 con matricola abrasa, un fucile calibro 12 a canne mozze, una pistola calibro 6,35, tre caricatori vuoti, un paio di manette e 738 cartucce di diverso calibro. I due, fratelli gemelli di 38 anni napoletani – uno dei quali con precedenti di polizia – sono stati arrestati per detenzione illegale di armi clandestine e munizionamento e per ricettazione. Le armi erano presumibilmente a disposizione dei clan di camorra, molto attivi nel napoletano.

Se vuoi commentare l'articolo manda una mail a questo indirizzo: scriviainterris@gmail.com
Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.