Reciprocità vaccinale a partire dal 1 luglio in Piemonte e Liguria

I Presidenti di Regione di Piemonte e Liguria hanno promulgato un accordo di reciprocità vaccinale che permetterà ai rispettivi cittadini in vacanza in una delle due Regioni per un periodo non inferiore a 15 giorni

ULTIMO AGGIORNAMENTO 14:55
close-up of COVID-19 vaccine on beach sand with the sea in the background out of focus. summer background. 3d render

L’inizio della stagione estiva l’ha fatto aumentare le richieste pervenute da parte dei cittadini per farsi inoculare il vaccino nei luoghi di vacanza e conseguentemente rendere valido il servizio vaccinale tra regioni differenti durante il periodo estivo con l’obiettivo di permettere alle persone che sono in vacanza di effettuare in loco la seconda dose oppure poter cominciare il ciclo vaccinale in una Regione diversa da quella di residenza.

Un accordo di reciprocità vaccinale tra Piemonte e Liguria

La Regione Piemonte la Regione Liguria sono le prime due compagini territoriali che hanno promulgato un accordo con l’obiettivo di rendere valida la cosiddetta reciprocità vaccinale, questo permetterà ai piemontesi e ai liguri di essere sottoposti alla inoculazione del vaccino anche in una regione diversa da quella di residenza e – ciò è possibile – grazie a un interscambio di informazioni effettuato mediante due portali regionali per la vagina azione che consentiranno l’accesso alla prenotazione dei reciproci vacanzieri, così facendo per gli stessi sarà possibile ottenere un appuntamento nel giorno più vicino a quello originariamente previsto per la vaccinazione nella regione di residenza. Tanto premesso, per i cittadini residenti in Liguria o in Piemonte ed in vacanza nella regione confinante diversa da quella di residenza, sarà possibile prenotare il vaccino dal 1 luglio e per fare ciò sarà necessario autocertificare un soggiorno non inferiore a due settimane e contestualmente indicare il tipo e la data del vaccino effettuata nella prima dose, oltre che ovviamente i dati identificativi necessari per compiere la procedura.

Condizioni particolari e tempistica dell’accordo stipulato

In seconda istanza – il vacanziere interessato – con un’età inferiore ai 60 anni, qualora avesse ricevuto la prima dose del vaccino AstraZeneca, potrà scegliere se effettuare la seconda dose con il medesimo oppure con un vaccino a mRna messaggero. In ultima istanza, è utile ricordare che, la durata del presente accordo vaccinale si estenderà fino alla metà di settembre.

Se vuoi commentare l'articolo manda una mail a questo indirizzo: scriviainterris@gmail.com
Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.