Quattro vittime di incidenti sul lavoro

Si tratta di un gruista deceduto a Massafra, due operai in Campania e di un uomo finito sotto escavatore in Sardegna

ULTIMO AGGIORNAMENTO 21:05

Avevano rispettivamente 51, 55, 59 e 60 anni i quattro lavoratori morti oggi in dei distinti incidenti sul lavoro in diverse regioni della Penisola, Puglia, Campania e Sardegna.

Il gruista

Il 51enne si chiamava Luigi Aprile di anni ne aveva 51 ed è morto nella sede dell’azienda, sulla statale Appia, a Massafra, in provincia di Taranto. Gruista, dipendente della ditta Massucco che si occupa di logistica, movimento terra e noleggio macchine operatrici, stava spostando una gru da un camion, ma il macchinario si è inclinato e lui è precipitato giù per 10 metri, morendo sul colpo. Sul luogo dell’incidente sono intervenuti gli operatori del 118, i carabinieri e lo Spesal (Servizio di prevenzione e sicurezza negli ambienti di lavoro dell’Asl).

In nero

E’ caduto da un montacarichi dal secondo piano della casa in ristrutturazione nella zona di Cava dell’Isola Vittorio Tommasone. Cantiere dove si trovava senza nessun contratto, hanno accertato i carabinieri. L’uomo è stato portato dai colleghi di lavoro con un furgone all’ospedale Rizzoli ma le ferite erano gravissime e i medici non hanno potuto far altro che constatarne il decesso. Tommasone, 59 anni, lascia la moglie e tre figli. Intanto militari hanno sequestrato il cantiere e la salma ed in queste ore stanno interrogando gli altri operai della ditta.

Le ustioni

Aveva 55 anni, senza moglie né figli e neanche lui un contratto di loro, Pierino Oronzo, operaio morto per delle ustioni mentre effettuava lavori di posa di una guaina su un immobile. E’ successo a Montecorvino Pugliano, nel salernitano. L’immobile è stato sequestrato e la salma è stata portata all’ospedale di Battipaglia per l’esame autoptico che verrà effettuato nei prossimi giorni.

In Sardegna

E’ rimasto incastrato sotto un escavatore ieri sera mentre lavorava in un terreno privato a Monte Attu a Tortolì ed è morto poche ore dopo il suo arrivo all’ospedale Brotzu di Cagliari Adriano Balloi, 60 anni di Tortolì. L’ uomo è stato soccorso solo stamattina, intorno alle 10, dai medici del 118 e dai vigili del fuoco. Le sue condizioni erano apparse subito gravi per dei traumi al torace e all’addome. Nonostante i tentativi dei medici, per lui non c’è stato nulla da fare.

Se vuoi commentare l'articolo manda una mail a questo indirizzo: scriviainterris@gmail.com
Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.