Ostia, offre prestazioni sessuali di un bimbo in cambio di soldi: arrestato

Un 25enne è stato bloccato dai finanzieri al termine di un inseguimento, dopo aver offerto il bimbo a diversi bagnanti del Lungomare Vespucci

ULTIMO AGGIORNAMENTO 2:46

Una scena folle e orripilante quella che si è materializzata sul lungomare Amerigo Vespucci di Ostia. Un uomo è stato bloccato da una pattuglia della Guardia di Finanza dopo aver più volte cercato di offrire ai bagnanti un bambino di appena 2 anni in cambio di soldi. L’uomo, accompagnato dal bimbo, aveva avvicinato un turista che, dopo aver sentito proporre delle prestazioni sessuali con il piccolo in cambio di denaro, si era immediatamente rivolto ai finanzieri del suo stabilimento. Il folle, nel frattempo, si era allontanato fra le macchine, a quanto sembra rivolgendo anche ad altri l’assurda proposta. Immediato, a questo punto, l’intervento dei “baschi verdi”, i quali hanno bloccato l’individuo (che aveva intanto abbandonato il bambino) dopo una breve fuga. Secondo quanto ricostruito dai testimoni, l’uomo era fuggito saltando sulle auto in sosta, urlando frasi senza senso.

Il fermo

Sembra che l’uomo, un 25enne di etnia rom, abbia tentato di avventarsi contro gli agenti che lo avevano raggiunto, dando segni di squilibrio per poi per essere bloccato. Il bambino, nel frattempo, è stato avvicinato da un poliziotto, tranquillizzato e successivamente portato in ospedale. Del piccolo non è stata fornita dall’uomo alcuna indicazione, se non l’età. Non si sa, per ora, se sia stato rapito o se sia un parente del fermato. Il quale è stato sottoposto a trattamento sanitario obbligatorio, rischiando ora l’accusa di sfruttamento minorile.

Se vuoi commentare l'articolo manda una mail a questo indirizzo: [email protected]
Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.