Omicidio Sacchi, in aula la fidanzata Anastasiya: “Nessuna relazione con Princi”

Luca Sacchi è stato ucciso un anno fa a Colli Albani con un colpo di pistola alla testa. La ragazza, imputata per violazione della legge sugli stupefacenti: "Ero attaccatissima a lui"

ULTIMO AGGIORNAMENTO 14:51

E’ trascorso quasi un anno dall’omicidio di Luca Sacchi, ventiquattrenne romano ucciso nella notte tra il 23 e il 24 ottobre 2019 a Colli Albani, quadrante della Capitale. Oggi, in aula, è comparsa la sua fidanzata, Anastasiya Kylemnik, in udienza davanti alla Corte d’assise di Roma per ricostruire la vicenda, oltre che i rapporti con l’amico Giovanni Princi. E la ragazza rompe il silenzio, spiegando ai magistrati che tra lei e Princi “non c’è alcuna relazione sentimentale o intesa. Tra noi c’è solo un’amicizia nata in seguito a quella tra Luca e Princi. Non l’ho mai frequentato o incontrato. Io ero attaccatissima al mio fidanzato e la mia vita girava intorno a lui”. Nel processo per la morte del giovane romano sono imputati Valerio Del Grosso, Paolo Pirino, Armando e Marcello De Propris.

Il processo

La ragazza, che nel processo è anche parte civile, è imputata per violazione della legge sulla droga. Continua la ragazza: “Non ho mai detto che mio papà mi maltrattava, lui mi ha accolto in casa quando avevo 8 anni e mi ha sempre protetto”. Secondo quanto ipotizzato dagli inquirenti, era lei ad avere lo zaino in cui sarebbero stati presenti dei soldi per pagare una partita di droga. Per quanto riguarda gli altri imputati, per Del Grosso e Pirino, entrambi di San Basilio, vige l’ipotesi di concorso in omicidio volontario assieme a De Propris, che avrebbe consegnato ai due la pistola con la quale il personal trainer è stato poi ucciso.

Luca Sacchi, le parole della mamma

Presente in aula, anche la mamma di Luca, Concetta: “Dal sabato dopo l’omicidio non ho più visto Anastasiya. Mi ha continuato a mandare messaggi ‘ti voglio bene’ ma non si è più presentata a casa mia. L’ultimo messaggio lo ha mandato a mio marito ma per dirgli che non veniva al funerale per non creare confusione mediatica. Se io fossi stata fidanzata con un ragazzo per 5 anni avrei fatto di tutto per andarci”. E ancora: “Anastasia è cambiata dopo una vacanza in cui sono venuti anche Giovanni Princi e la fidanzata Clementina. Era improvvisamente più distaccata con me, penso perché avevo notato una sguardo d’intesa fra lei e Princi e lo avevo riferito a Luca. A me da madre era sembrato uno sguardo che aveva qualcosa di sentimentale ma forse era una complicità dovuta ad altre cose”.

Se vuoi commentare l'articolo manda una mail a questo indirizzo: [email protected]
Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.