Addio a Olivia de Havilland: fu Melania in “Via col vento”

Nata a Tokyo, è deceduta a Parigi a 104 anni. Due Premi Oscar come Miglior attrice, celebre fu la rivalità con la sorella Joan

ULTIMO AGGIORNAMENTO 19:42

Se l’iconicità del suo volto non è arrivata ai livelli di Clark Gable e Vivian Leigh poco ci manca. Olivia de Havilland, storica interprete del personaggio di Melania in Via col vento e due volte Premio Oscar come Miglior attrice protagonista, è morta a Parigi all’età di 104 anni. Unica fra i principali protagonisti del celebre film di Victor Fleming riuscita a essere riuscita conoscere il Nuovo millennio, Via col vento non fu che il primo grande titolo di una lunghissima carriera costellata di successi. Una grande interpretazione in A ciascuno il suo destino, di Mitchell Leisen, le valse il primo Oscar, bissando il successo tre anni dopo con il ruolo di Catherine Sloper ne L’ereditiera, di William Wyler. Riconoscimenti arrivati in giovane età, sufficienti a portarla nell’Olimpo delle più grandi attrici del Novecento.

Joan e Olivia de Havilland

Olivia de Havilland era nata a Tokyo, in una famiglia con il cinema nel sangue. Figlia dell’attrice Lilian Augusta Ruse, meglio nota come Lilian Fontaine, celebre diventò la sua rivalità professionale con la sorella Joan, che di sua madre coniò il nome d’arte. Gli anni che le videro protagoniste a Hollywood furono segnati da dissapori, riavvicinamenti e antagonismi, andati avanti per lunghi anni. La stessa Joan fu insignita di un Premio Oscar nel 1942, beffando proprio la sorella con la sua interpretazione ne Il sospetto di Alfred Hitchcock, al fianco di Cary Grant. Una rivalità che, alla scomparsa di Joan, nel 2013, Olivia mostrerà di aver sofferto, dicendosi sconvolta e addolorata per la sua morte. Nonostante i dissapori, le due sorelle restano le uniche nella storia ad aver vinto un Oscar.

Il personaggio di Melania

Come per gli altri protagonisti, anche l’ingaggio della De Havilland per Via col vento porta con sé un aneddoto. All’epoca, infatti, Olivia era sotto contratto con la WB di Jack Warner e pare fu la passione della moglie di questi per il libro a vincere le resistenze del presidente, che concesse all’attrice il nullaosta per partecipare alle riprese. Una scelta che si rivelerà azzeccata: il personaggio di Melania, al pari dei vari Rhett, Rossella, Ashley e Mami, diverrà uno dei più iconici della storia del cinema e, nell’ambito del film, forse il più nostalgico e romantico.

Se vuoi commentare l'articolo manda una mail a questo indirizzo: [email protected]
Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.