MERCOLEDÌ 26 AGOSTO 2015, 000:03, IN TERRIS

NUOVO ANNO SCOLASTICO: 1.700 ISTITUTI SENZA PRESIDE

CLAUDIA GENNARI
NUOVO ANNO SCOLASTICO: 1.700 ISTITUTI SENZA PRESIDE
NUOVO ANNO SCOLASTICO: 1.700 ISTITUTI SENZA PRESIDE
È dietro l’angolo l’inizio di un nuovo anno scolastico, tutto è pronto. O quasi. Infatti sembra proprio che la “Buona Scuola” nazionale faccia acqua da tutte le parti: gli alunni più indisciplinati non potranno nemmeno essere più tenuti a bada con la minaccia: "Ti mando in presidenza!" . Un istituto su 5, in tutta Italia, aprirà l’anno accademico senza preside né direttore. Questo è ciò che denuncia il sindacato di settore Anief: “Ecco come il Miur tradisce la scuola autonoma – accusa Anief – a pochi giorni dall’avvio delle lezioni, una scuola ogni cinque sta per essere affidata dagli Uffici regionali alla gestione di dirigenti e Dsga (Direttore dei servizi generali e amministrativi) di altri istituti”. Inoltre, sottolinea il sindacato, “in tutte le sedi mancherà anche il vicario (ovvero il docente che fa le veci del preside in sua assenza), la storica e preziosa figura cancellata nell’ultima legge di Stabilità per risparmiare un pugno di milioni di euro”. Quindi, i presidi si potrebbero ritrovare a gestire 5-6 istituti dislocati, che potrebbero trovarsi anche a chilometri uno dall’altro.

Parlando di numeri, per un totale di 1.700 istituti scolastici sparsi su tutta la penisola, “l’esito del nuovo anno scolastico si presenta a dir poco problematico – sostiene Marcello Pacifico, segretario Anief-Cisal-Confedir – perché è vero che con le nuove norme sono previsti tre membri dello staff a sostegno del dirigente scolastico”, ma nessuno avrà le piene funzioni di vicario. Con l'aggravante che i docenti, da cui pescare i nuovi collaboratori, si impianteranno con un anno di ritardo. Il potenziamento dell'organico dell'autonomia, infatti, da deliberare attraverso il Collegio e il piano triennale dell'offerta formativa nel prossimo autunno, sarà realizzato concretamente solo dal 2016: per quest'anno, le nomine arriveranno solo a livello giuridico. Il sindacato richiede inoltre un concorso per presidi e direttori dei servizi generali e amministrativi da istituire con urgenza.

“Lo stesso concorso che si attende da quasi vent’anni per il Dsga”, osserva l’Anief, quella figura professionale che – tra le altre cose – gestisce i bilanci delle scuole e il personale Ata, “valorizzata solo nelle norme e mai nei fatti: a oggi, questo ruolo continua a essere coperto dall’abnegazione di migliaia di assistenti amministrativi”, che spesso non hanno la dovuta preparazione, tantomeno gli adeguati compensi, e comunque “vengono caricati di responsabilità enormi e compiti complessi”.
Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.
Facebook Twitter Google + Scrivici Scrivici
Commenti

Gentile lettore, 

la redazione si riserva di approvare i commenti prima della loro pubblicazione. 

Fai una donazione
Vuoi essere aggiornato?
NEWS
Monsignor Antonio Riboldi
NAPOLI

Addio a monsignor Riboldi, protagonista della lotta alla camorra

Il vescovo emerito di Acerra (Napoli) si è spento all'età di 94 anni
Il presidente della Repubblica Sergio Mattarella
MATTARELLA

"Il rispetto dei diritti umani è il pilastro di una società giusta"

Il messaggio del presidente della Repubblica in occasione della Giornata mondiale per i diritti umani
Il Duomo di Milano
CONCERTO DI NATALE

Arie sacre in Duomo di Milano

In scaletta le più belle "Ave Maria" del reportorio classico
La Stazione spaziale internazionale
MICRORGANISMI IN ORBITA

Trovati batteri terrestri all'interno della Stazione Spaziale

Sono stati portati in orbita dagli astronauti
il vescovo di Mazara del Vallo, monsignor Domenico Mogavero

Il senso d'umanità

In seguito alla decisione del Tribunale di sorveglianza di Roma che ha respinto la sua richiesta di sospensione della...
Una frazione di gioco di Juventus-Inter
CALCIO | SERIE A

Juve-Inter a reti bianche: Spalletti è ancora primo

I bianconeri giocano meglio ma non sfondano: 0-0. Il Napoli può tornare davanti