Orrore in Nigeria: massacro in chiesa nel giorno di Pentecoste

Decine di vittime in un attacco con armi automatiche e fucili nella chiesa di San Francesco-Xavier di Owo, nel sud-ovest della Nigeria. Il cordoglio del Papa

ULTIMO AGGIORNAMENTO 19:03
Owo Nigeria attentato

Almeno 50 morti, fra i quali diversi bambini, massacrati dalla ferocia e dall’odio, oltre che dalle armi dispensatrici di morte. Questo il bilancio provvisorio dell’attacco sferrato contro i fedeli della chiesa di San Francesco-Xavier di Owo, nella regione dell’Ondo, in Nigeria, uccisi mentre si trovavano in preghiera per il giorno di Pentecoste. Secondo quanto riferito dal quotidiano della capitale Lagos, il The Nation Newspaper, a operare la carneficina sarebbe stato un commando di uomini armati, non meglio definito. Un’altra testata nigeriana, il Vanguard, parla per ora di 25 morti. Altrettanto numerosi i feriti, alcuni dei quali sarebbero in gravissime condizioni. Oltre ad armi automatiche, gli attentatori avrebbero utilizzato degli esplosivi contro i fedeli. Alcuni di essi, assieme a un sacerdote, sarebbero stati rapiti.

Nigeria, l’attacco a Owo

I testimoni, riportati dalle testate nigeriane, hanno parlato di una forte esplosione, seguita da numerosi spari all’interno della chiesa. La chiesa si trova nel villaggio di Owo, nel sud-ovest della Nigeria. Ad agire sarebbero state almeno cinque persone armate, successivamente dileguatesi. Per ora non sono arrivate rivendicazioni circa la responsabilità dell’attacco e lo stesso bilancio delle vittime potrebbe crescere nelle prossime ore. Secondo il portavoce della Polizia dell’Ondo, Ibukun Odunlami, interpellato da Afp, “è ancora presto per dire con esattezza quante persone sono state uccise. Ma molti fedeli hanno perso la vita e altri sono rimasti feriti nell’attacco”.

Al netto di possibili rivendicazioni, l’area in questione è stata a più riprese al centro di azioni messe in atto da gruppi separatisti. Tuttavia, secondo il governatore Arakunrin Oluwarotimi Akeredolu, la strage sarebbe inaspettata: “Sono scioccato a dir poco. Tuttavia, impegneremo ogni risorsa disponibile per dare la caccia a questi assalitori e per fargliela pagare. Non ci piegheremo mai alle macchinazioni di elementi senza cuore nella nostra volontà di liberare il nostro Stato dai criminali”.

Il messaggio del Papa

Fra i vari messaggi di cordoglio giunti alle autorità nigeriane, è arrivato anche quello di Papa Francesco, che proprio in mattinata, nel Regina Coeli, aveva lanciato un nuovo appello alla pace, in Ucraina ma anche in altri contesti di sofferenza. Come riportato da un comunicato stampa della Santa Sede, “il Papa ha appreso dell’attacco alla chiesa a Ondo, in Nigeria, e della morte di decine di fedeli, molti bambini, durante la celebrazione della Pentecoste. Mentre si chiariscono i dettagli dell’accaduto, Papa Francesco prega per le vittime e per il Paese, dolorosamente colpiti in un momento di festa, e affida entrambi al Signore, perché invii il Suo Spirito a consolarli”.

Se vuoi commentare l'articolo manda una mail a questo indirizzo: scriviainterris@gmail.com
Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.