Accadde oggi: nel 1930 nasceva Neil Armstrong

Neil Armstrong compie il primo passo sulla Luna, pronunciando la storica frase: "Questo è un piccolo passo per l’uomo ma un gigantesco balzo per l’umanità".

ULTIMO AGGIORNAMENTO 8:27

Neil Armstrong è il primo uomo al mondo ad aver compiuto un passo sulla Luna: l’astronauta ha alle spalle una vita dedicata al volo.
Nacque il 5 agosto 1930 a Wapakoneta, negli Stati Uniti d’America.
La passione per il volo nasce in lui da bambino grazie al padre che lo porta alle gare di velocità aeronautiche: a soli quindici anni acquisisce già il brevetto per volare, ben prima della patente di guida per l’automobile.

Gli studi e la carriera

All’università quindi sceglie di frequentare la facoltà di Ingegneria Aeronautica. Nel 1949 viene chiamato per il servizio di leva nella marina militare e qui ottiene la qualifica di aviatore. Durante questo periodo nelle armi partecipa alla Guerra di Corea.

In seguito Armstrong inizia a lavorare come pilota di velivoli sperimentali.
Il 1958 è la data d’inizio della sua carriera da astronauta: viene infatti inserito dalla NASA nel progetto Man In Space Soonest, con il quale gli statunitensi miravano a mandare un uomo nello spazio prima dei sovietici.

Neil Armstrong – First Moon Landing 1969 ©NTD

Neil Armstrong sulla luna

Nel 1969 Armstrong è a capo della missione Apollo 11 insieme agli altri due astronauti dell’equipaggio Buzz Aldrin e Michael Collins. Lo scopo della missione era quello di portare l’equipaggio sulla Luna. Il 20 luglio 1969 alle ore 20:17 la navicella atterra sul satellite lunare sana e salva.
In seguito Neil Armstrong compie il primo passo sulla Luna, pronunciando la storica frase: “Questo è un piccolo passo per l’uomo ma un gigantesco balzo per l’umanità”.

Durante la passeggiata lunare gli astronauti piantano una targa commemorativa, la bandiera statunitense e alcuni oggetti in memoria dei colleghi morti in missione.

Una volta atterrati, Armstrong e Edwin Aldrin esplorarono la superficie della Luna per due ore e mezzo. In seguito, tornato in patria con trepidante attesa da parte di media e autorità, celebrato come un eroe, Armstrong ricevette la medaglia della Libertà dal Presidente, in riconoscimento dei traguardi raggiunti e del suo contributo al programma spaziale.

NASA Remembers Neil Armstrong ©Nasa

Vita privata

Armstrong conobbe sua moglie Janet Elizabeth Shearon durante il periodo degli studi universitari: i due si sposarono nel 1956. I coniugi Armstrong hanno avuto tre figli: Eric, Karen e Mark.
La secondogenita morirà a soli due anni a causa delle complicazioni di un tumore. Dopo 38 anni di matrimonio, nel 1994, Janet e Neil divorziano perché l’astronauta si era innamorato di un’altra. Lo stesso anno infatti sposa la seconda moglie, Carol Held Knight.

Armstrong è morto nel 2012 dopo un intervento chirurgico effettuato per sbloccare le arterie coronarie.

Se vuoi commentare l'articolo manda una mail a questo indirizzo: [email protected]
Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.