Negoziati, Kiev e Mosca ci riprovano: altro round in Turchia

Dal 28 al 30 marzo, le delegazioni di Russia e Ucraina si incontreranno a Istanbul. E' il primo incontro in territorio neutro

ULTIMO AGGIORNAMENTO 21:19

Un Occidente senza sufficiente coraggio. Così il presidente dell’Ucraina, Volodymyr Zelensky, si è espresso nel suo nuovo videomessaggio, ribadendo il proprio appello affinché gli aiuti all’Ucraina si traducano anche nell’invio di nuove armi. E di nuovi mezzi soprattutto, carri armati e aerei. E non solo. Secondo il leader ucraino l’Occidente “gioca a ping-pong nel decidere chi dovrebbe mandare i jet”. “Oggi ho parlato con i difensori di Mariupol. Sono in costante contatto con loro. La loro determinazione, il loro eroismo e la loro fermezza sono straordinarie. Se solo coloro che da 31 giorni stanno pensando come mandarci aerei e tank avessero l’1% del loro coraggio”. Concetti che, nelle ultime ore, Zelensky è tornato spesso a ripetere, mentre i bombardamenti russi proseguono e dalle autorità ucraine viene denunciato anche l’uso delle vietate bombe a grappolo sugli obiettivi. Poche ore dopo, l’annuncio di nuovi colloqui, stavolta in Turchia.

Colloqui in Turchia

E’ pronto infatti un nuovo tentativo anche sul piano diplomatico. I prossimi colloqui saranno ospitati dalle autorità turche, a Istanbul. Dal 28 al 30 marzo, gli incontri si svolgeranno in presenza, come annunciato da David Arahamiya, uno dei componenti della delegazione ucraina, su Facebook. Un’intesa sulle nuove trattative che sarebbe arrivata a seguito di un accordo diretto fra Vladimir Putin e il presidente turco, Recep Tayyip Erdogan. Lo stesso capo negoziatore russo, Vladimir Medinsky, ha confermato su Telegram l’inizio dei nuovi colloqui. Un appuntamento importante, in quanto sarà il primo incontro in territorio neutro dall’inizio del conflitto. Fin qui, le delegazioni si erano incontrate in Bielorussia, nei pressi del confine con l’Ucraina. Anche se, per la verità, in Turchia si erano incontrati i ministri degli Esteri dei due Paesi lo scorso 10 marzo, ad Antalya.

Se vuoi commentare l'articolo manda una mail a questo indirizzo: scriviainterris@gmail.com
Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.