L’ansia per la mutazione del virus e le speranze per il vaccino

In attesa del V-day i timori arrivano dalla mutazione inglese del virus

ULTIMO AGGIORNAMENTO 19:27
pandemia

Crescono attesa e speranza per l’arrivo del nuovo vaccino contro il Covid 19. Ma da oltre Manica arrivano anche nuove e preoccupanti notizie sulla pandemia.

La nuova variante del Covid

Londra ha infatti annunciato che sarebbe stata individuata una nuova variante del virus. La nuova tipologia sarebbe legata al Sudafrica e si caratterizzerebbe per una maggiore trasmissibilità dai giovani e dai bambini. L’annuncio è arrivato dal ministro della salute britannico Matt Hancock per il quale i casi tracciati sarebbero al momento due.

La conferma dell’Oms

Intanto l’Organizzazione Mondiale della Sanità conferma la più facile trasmissibilità da giovani e bambini anche se ricerche ed approfondimenti sarebbero ancora in corso. Di fronte alla nuova emergenza la Gran Bretagna starebbe pensando di estendere il lockdown in zone ancora più ampie. Intanto in Italia è stato individuato nelle Marche un secondo caso della variante inglese. La persona colpita non avrebbe avuto contatti diretti con il Regno Unito.

La campagna per il vaccino

Le notizie che arrivano da Londra giungono mentre l’Europa si prepara a partire con il V-Day, la prima giornata di vaccinazioni anticovid. Le scorte del vaccino Pfizer dovrebbero arrivare in Italia entro Natale in modo da consentire al nostro Paese di allinearsi con la partenza europea fissata per il prossimo 27 dicembre: i tir della casa farmaceutica sono in partenza dal Belgio con le prime 9750 dosi destinate al nostro Paese. Arriveranno al confine e saranno persi in carico dalle forze dell’ordine italiane che le scorteranno fino a Roma. E romana sarà la prima vaccinata italiana: è una infermiera di 29 anni, Claudia Alivernini – questo è il suo nome – alla quale sarà somministrata la prima dose del vaccino il prossimo 27 dicembre.

Oggi in Italia i contagi sono stati 14.522 con 553 decessi. Dall’inizio della pandemia le vittime hanno superato quota 70 mila. In lieve aumento il tasso di positivita’ che si attesta all’8,3%.

Se vuoi commentare l'articolo manda una mail a questo indirizzo: scriviainterris@gmail.com
Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.