Messico: ucciso a colpi di pistola un imprenditore italiano

L'uomo era a bordo di una Bmw quando è stato attaccato da un commando di sicari in moto. L'ambasciata italiana in Messico segue con attenzione il caso

ULTIMO AGGIORNAMENTO 10:07

Si chiamava Raphael Alessandro Tunesi l’imprenditore italiano che è stato ucciso in Messico. Proprietario di un hotel di lusso nello stato messicano del Chiapas, l’uomo viveva a Chiapas da diversi anni ed era considerato un esperto di cultura Maya.

L’omicidio

L’uomo è stato ucciso venerdì a Palenque, località dove viveva, mentre si recava a prendere le sue figlie da scuola, ha specificato la procura. Le autorità locali hanno comunicato di aver trovato il corpo dell’imprenditore all’interno di un veicolo con diverse ferite di arma da fuoco.

Secondo la Procura generale dello Stato, Tunesi era al volante di un Bmw quando è stato attaccato da un commando di sicari in moto che gli hanno sparato da distanza ravvicinata. Fonti della polizia hanno indicato che l’auto è stata colpita da numerosi proiettili, mentre almeno tre colpi hanno raggiunto Tunesi. Trasferito in ospedale, è deceduto poco dopo per la gravità delle ferite riportate.

Le indagini

Le autorità hanno avviato delle indagini per risalire ai responsabili del crimine e, quasi subito, è stata localizzata la moto utilizzata per l’attacco, abbandonata insieme a proiettili inutilizzati e ad alcuni abiti.

L’ambasciata italiana segue il caso

L’ambasciata d’Italia a Città del Messico ha fatto sapere che, in stretto raccordo con la Farnesina, sta monitorando il caso con la massima attenzione affinché sia fatta luce sull’episodio. Lo si apprende dal ministero degli Esteri.

Se vuoi commentare l'articolo manda una mail a questo indirizzo: scriviainterris@gmail.com
Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.