Maltempo, nubifragio su Matelica. Il sindaco Baldini: “Non ci sono vittime né feriti”

Fango nelle strade della città in provincia di Macerata e auto bloccate, diverse zone allegate tra cui i locali mensa di una scuola materna

Una bomba d’acqua ha colpito nel pomeriggio la zona di Matelica, in provincia di Macerata. Le improvvise precipitazioni hanno causato molti disagi su molte strade, dove scorre un fiume d’acqua e fango, e anche allagamenti, in particolare di garage in città e una scuola materna. Una ventina le richieste di intervento ricevute dai vigili del fuoco che ne hanno già evase una metà e sono ancora impegnati nelle altre situazioni anche per rimuovere rami e piante caduti in strada. Al lavoro anche personale del Comune e volontari di protezione civile.

Il sindaco: “Fango e auto bloccate, stiamo liberando le strade”

“Non ci sono vittime e neppure feriti”, ma la bomba d’acqua che si è abbattuta nel pomeriggio su Matelica ha causato danni “alle strade che ora sono coperte di fango e soprattutto alle auto, rimaste bloccate”. A dirlo all’Ansa è il sindaco Massimo Baldini. “Ha smesso di piovere e stiamo liberando le strade – aggiunge – speriamo di finire tutto entro stanotte”. I disagi maggiori riguardano il servizio mensa della scuola materna, sospeso per l’allagamento dei locali. Le zone colpite “sono le stesse toccate dall’alluvione del 15 settembre – prosegue il sindaco Baldini -: San Rocco, Crinacci, Peschiera e quella della frana del 15 settembre”. Sui luoghi sono in azione i vigili del fuoco e la protezione civile di Matelica, Castelraimondo e Pioraco, con il coordinamento della Soup della Protezione civile regionale. “Il Coc è aperto – dice ancora il sindaco -, in pratica è aperto dal 15 settembre. Sono tutti da rifare i lavori che avevamo fatto in pronto intervento dopo quell’alluvione. Ma stiamo facendo tutto da soli insieme agli altri Comuni. L’ho anche detto al prefetto, che ci ha aggiornato sulle previsioni meteo. Per stanotte non dovrebbe piovere”.

La situazione

A seguito del nubifragio verificatosi nel pomeriggio a Matelica diverse zone del quartiere di San Rocco e di località Crinacci e Peschiera sono state allagate provocando danni e disagi. Tra queste, fa sapere il Comune, c’è l’area delle scuole, dove l’acqua è penetrata nei locali mensa della scuola materna di via Bellini allagando le sale utilizzate per il consumo dei pasti. Per questo motivo il servizio mensa sarà sospeso fino a nuova comunicazione. Le famiglie dei bambini interessati dovranno quindi recuperare i propri figli per il pranzo. Seguiranno nuove disposizioni. Domattina sarà chiusa anche la limitrofa strada “San Sollecito” in entrambe le direzioni per favorire gli interventi di ripristino. L’amministrazione comunale “si scusa per il disagio e ringrazia coloro che sono intervenuti e che interverranno nelle prossime ore per la risoluzione del problema”. Sono inoltre in corso sopralluoghi e interventi in diverse zone della città da parte di vigili urbani, Protezione Civile, operai comunali e ufficio tecnico. Controlli sul posto anche da parte del sindaco Baldini e del vicesindaco Denis Cingolani che in queste ore stanno monitorando la situazione da vicino per evitare ulteriori disagi e risolvere le varie problematiche.

Taranto

A causa delle abbondanti piogge del pomeriggio a Taranto, la polizia locale ha chiuso al traffico il sottopasso di via Ancona. Una nota di Palazzo di Città spiega che “la decisione si è resa necessaria per evitare che il temporaneo allagamento potesse creare difficoltà agli automobilisti in transito e alla viabilità generale. Non appena le condizioni atmosferiche lo consentiranno, il tratto sarà riaperto al traffico”. Agli automobilisti “si consiglia di prestare comunque massima attenzione in tutti i tratti potenzialmente soggetti ad allagamento: il personale della polizia locale sta monitorando la situazione, in particolare tutti i sottopassi della rete urbana”.