Londra pensa allo stop per green pass e smart working

Le nuove misure potrebbero essere discusse già a partire dal prossimo 26 gennaio. In Gb il picco di Omicron sarebbe già stato raggiunto

ULTIMO AGGIORNAMENTO 13:44

In Gran Bretagna, l’ondata della variante Omicron avrebbe già raggiunto il suo picco e, secondo i media britannici il governo di prepara a rivedere le misure previste dal cosiddetto piano B, ossia quelle attualmente in vigore. Il 26 gennaio, giorno secondo i media in cui il governo dovrebbe esprimersi, Londra potrebbe abbandonare sia il certificato verde sia l’indicazione di lavorare da casa, mentre manterrebbe la norma dell’uso delle mascherine nei trasporti pubblici e nei negozi.

Segnali incoraggianti

L’ipotesi di un allentamento delle misure restrittive nasce in seguito dalle dichiarazioni del ministro della sanità, Sajid Javid, che ha parlato di “segnali incoraggianti“. I contagi su base settimanale sarebbero in diminuzione – sarebbero sotto i 100 mila nell’ultimo giorno – e in calo anche i ricoveri in ospedale.

Il green pass, necessario solo per poter entrare in discoteca e agli eventi di massa, non è mai stato ben voluto da molti deputati ostili a Boris Johnson, ora impegnato con le scuse alla regina per aver partecipato ad un party in violazione delle norme anti-Covid e alla vigilia del funerale del principe Filippo.

Se vuoi commentare l'articolo manda una mail a questo indirizzo: scriviainterris@gmail.com
Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.