Primo piano

L’Italia invia due canadair per spegnere gli incendi in Grecia

Da ieri sono divampate le fiamme a nord della capitale e l’Italia ha inviato due canadair per spegnere l’incendio 

Le zone a rischio

La Grecia è in pericolo: sono a rischio in particolare l’Attica, la Beozia, la Focide, l’Eubea, Corinto, l’Argolide, l’Arcadia, la Laconia, la Messenia e le isole di Lesbo, Chios, Samos, Ikaria, Naxos, Limnos, Skyros e la parte occidentale e meridionale di Creta, che si trovano ad affrontare un rischio di incendio molto elevato. Da ieri sono divampate le fiamme a nord di Atene: l’incendio si è intensificato durante la notte, e i residenti dei villaggi vicini sono stati costretti ad evacuare le loro case. L’incendio più violento si è sviluppato nella zona di Dervenochoria, a circa 30 km a nord di Atene.

L’Italia invia due canadair

L’Italia ha mandato in soccorso due canadair. Secondo quanto riferisce una nota, il Dipartimento della Protezione Civile – a seguito della richiesta di supporto pervenuta all’Emergency Response Coordination Centre di Bruxelles dalle autorità greche – ha disposto l’invio di due Canadair CL415 dei Vigili del Fuoco. I velivoli, decollati poco dopo le 15 dall’aeroporto di Ciampino e diretti all’aeroporto di Elefsis, sono stati attivati nell’ambito del meccanismo europeo di protezione civile come risorse rescEU-IT: il sistema prevede infatti che due dei Canadair dislocati sul territorio italiano, se non impiegati per le necessità nazionali, possano essere inviati all’estero in caso di necessità. In questo modo si assicurano mezzi aggiuntivi a sostegno dei Paesi impegnati a rispondere a catastrofi di particolare entità, anche al di fuori dell’Unione Europea.A supporto dei piloti, al fine di tenere i necessari contatti con le autorità locali, saranno sul posto anche un rappresentante del Dipartimento della Protezione Civile italiana e uno del Corpo Nazionale dei Vigili del Fuoco. Un’analoga iniziativa è stata presa dalla Francia.

Fonte: Agi

redazione

Recent Posts

San Vladimiro il Grande, ecco perchè viene chiamato “Isoapostolo”

San Vladimiro il Grande, Kiev (Ucraina), 966 ca. - Kiev, 15/07/1015 E' il figlio illegittimo…

15 Luglio 2024

Il primato della grazia nel Magistero pontificio

L'attenzione spirituale nasce dal primato della grazia. L’evangelizzazione per il Papa non ha nulla a…

15 Luglio 2024

Senza welfare non c’è politica sociale europea. La tutela necessaria

Tutela europea per i diritti sociali. Non c'è giustizia senza equità. In senso lato per…

15 Luglio 2024

Disturbo Arfid: natura, cause e soggetti coinvolti

Il rifiuto dei bambini verso alcuni cibi, oggi un fenomeno in crescita nei Paesi occidentali…

15 Luglio 2024

La ferita della democrazia difficile da rimarginare

L’orecchio ferito di Donald Trump – a un centimetro appena dalla morte e dalla seconda…

15 Luglio 2024

L’impegno per rendere il web accessibile

L'accessibilità web è un tema cruciale che va oltre l'uso dei tradizionali screen reader, includendo…

15 Luglio 2024