Liguria, autostrade in Tilt. Aspi: “Stop ai pedaggi”

Il caos dei cantieri paralizza la rete autostradale ligure: code anche di venti chilometri alle porte di Genova. Autostrade prova a smorzare la tensione

ULTIMO AGGIORNAMENTO 1:11

Una giornata infernale per le autostrade liguri, mandate in tilt dal nodo sui lavori in corso che ha di fatto creato una congestione immane. E parlare di weekend da bollino nero, con le ispezioni per le gallerie da terminare entro il 10 luglio, appare un eufemismo. Per questo, al fine quantomeno di alleggerire l’odissea agli automobilisti, Autostrade per l’Italia ha deciso per qualche piccola concessione. Nello specifico, via il pedaggio da alcuni tratti autostradali, per un totale di 150 chilometri: “Autostrade per l’Italia, dati i rilevanti disagi sulle tratte liguri generati dalla concentrazione di attività di ispezione e manutenzione delle gallerie – necessaria per ottemperare alle prescrizioni del Mit di fine maggio – ha stabilito da oggi un’ulteriore estensione delle esenzioni tariffarie rispetto a quelle già in essere dallo scorso 2 giugno. Oltre alle gratuità già attive per il traffico locale sulla rete ligure, da sabato 4 luglio entreranno in vigore anche altre agevolazioni, valide per tutti i veicoli, indipendentemente dalla provenienza, che percorrono alcuni tratti in entrambe le direzioni”.

Autostrade, criticità sui pedaggi

Una decisione che, a ogni modo, dovrà fare i conti con qualche criticità. Prima fra tutte, quella evidenziata dall’Aspi che, in serata, ha fatto sapere che “tale esenzione sarà riconosciuta a seguito di richiesta di rimborso da inviare alla casella di posta elettronica info@autostrade.it”. Variabile che implicherà inevitabilmente qualche difficoltà: “Gli utenti che pagano tramite contanti dovranno richiedere la ricevuta al momento del pagamento e allegarla alla richiesta di rimborso indicando il numero di targa del veicolo. Per gli utenti Telepass o carte sarà sufficiente comunicare il numero del titolo. Il rimborso sarà celermente disposto tramite bonifico bancario”. Il tutto al termine di una giornata di passione per gli automobilisti liguri, rimasti bloccati in file anche di 20 chilometri attorno alla città di Genova.

Code chilometriche

Situazione critica in particolare nella zona di Arenzano, sulla A 10, dove ben 12 chilometri di coda si sono snodati per l’ispezione (programmata ma prolungata ben oltre la prima mattinata) alla galleria Borgonovo. Caos anche al bivio A26-A10 Genova-Ventimiglia (6 chilometri di code), con riverberi anche sulla viabilità ordinaria. Addirittura 20 i chilometri di fila per gli automobilisti in coda sulla Aurelia, da Sampierdarena ad Arenzano. Una situazione che non si vedeva ormai da due anni, da quando la Liguria (e l’Italia intera) fu sconvolta dalla tragedia del Ponte Morandi.

Se vuoi commentare l'articolo manda una mail a questo indirizzo: scriviainterris@gmail.com
Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.