Libia: giura il governo parallelo di Fathi Bashaga

La cerimonia si è svolta nonostante nella mattinata siano stati rapiti due ministri, quello degli Esteri e quello della Cultura, dalla "Forza congiunta di Misurata"

ULTIMO AGGIORNAMENTO 16:52

Nonostante il sequestro di due dei ministri da parte di una milizia che sostiene il premier Abdel Hamid Dbeibah, Fathi Bashaga ha prestato giuramento davanti al Parlamento riunito a Tobruk. “Devo esprimere il mio apprezzamento e il mio orgoglio per la vostra stimata fiducia in questo governo promettente che rappresenta tutti i libici e serve tutti i libici”, ha detto Bashagha nella sua allocuzione di giuramento. “Lavoreremo con tutte le forze” per “porre fine alle fasi transitorie” e “sostenere il processo elettorale” secondo i meccanismi costituzionali avallati dal raccordo fra Parlamento e Consiglio di Stato, ha detto ancora il neo premier. Bashagha ha condannato fermamente “lo stato di ingiustificata escalation prodotto da alcuni parti” con lo spazio aereo libico che è stato completamente chiuso per “impedire ai ministri di prestare giuramento”, e che ha causato disagio a cittadini libici all’interno e all’estero.

Il rapimento dei due ministri

Sarebbero stati i membri della “Forza congiunta di Misurata” a sequestrare i ministri degli Affari esteri, Hafed Gaddur, e il collega della Cultura. Sono stati sequestrati anche le loro guardie del corpo e gli accompagnatori, conferma la pagina Facebooj del Governo di stabilità nazionale libico.

Se vuoi commentare l'articolo manda una mail a questo indirizzo: scriviainterris@gmail.com
Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.