GIOVEDÌ 03 NOVEMBRE 2016, 10:11, IN TERRIS

La terra trema ancora, sisma di magnitudo 4,8 nella notte

Il ministro Delrio: "Sulla prevenzione abbiamo investito poco negli ultimi 20 anni"

ANGELO PERFETTI
La terra trema ancora, sisma di magnitudo 4,8 nella notte
La terra trema ancora, sisma di magnitudo 4,8 nella notte
Una nuova forte scossa si è verificata all'1.35 con magnitudo 4.8 ed epicentro in provincia di Macerata, secondo i rilevamenti dell'Istituto nazionale di geofisica e vulcanologia (Ingv). L’epicentro sarebbe tra Pieve Torina, Fiordimonte e Pievebovigliana. L’ennesima scossa è stata avvertita principalmente nelle Marche, dove sarebbero più di 20mila gli sfollati, e in Umbria, ma si è sentita anche a Roma.

Delrio: "Per il terremoto 4-7 miliardi l'anno"


Il ministro Delrio è intervenuto sui costi del terremoto ad Agorà su Raitre: "Ci vogliono tanti soldi perchè sulla prevenzione abbiamo investito poco negli ultimi 20 anni. C'è chi stima 100 mld" ma "il lavoro può essere progressivo con 4-7 mld l'anno". Si tratta di risorse "possibili perchè noi spendiamo più di 4-5 mld all'anno per riparare il dissesto idrogeologico, dobbiamo spendere invece per prevenire". "Lo Stato deve essere presente con tutte le risorse necessarie".

Il terremoto deforma 600 chilometri quadrati


I terremoti che dal 24 agosto hanno sconvolto l'Appennino ne stanno anche ridisegnando il paesaggio, con depressioni concentrate in un'area di 600 chilometri quadrati. All'interno di questa zona si trova la depressione più profonda, ossia l'area di 130 chilometri quadrati in cui il suolo si è abbassato fino a 70 centimetri. E' quanto hanno permesso di definire le analisi dei dati arrivati dai satelliti, sui quali i ricercatori sono al lavoro in queste ore.

"E' il contributo dei terremoti alla costruzione dei paesaggi appenninici", ha osservato Stefano Salvi, dell'Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia (Ingv), impegnato nell'elaborazione dei dati inviati a Terra dal satellite radar Sentinel 1, del programma Copernicus gestito da Agenzia Spaziale Europea (Esa) e Commissione Europea.

L'analisi delle immagini dei satelliti


Secondo stime preliminari da confermare, gli spostamenti del suolo potrebbero interessare una zona più estesa, fino a 1.100 chilometri quadrati. Sempre i dati dei satelliti, elaborati da Agenzia Spaziale Italiana (Asi) e Istituto per il Rilevamento Elettromagnetico dell'Ambiente del Consiglio Nazionale delle Ricerche (Irea-Cnr), indicano che l'area di Norcia si è spostata di 30 centimetri verso Ovest e potrebbe essersi sollevata di 12 centimetri, mentre quella di Montegallo si è mossa di circa 40 centimetri verso Est. Oltre dati di Sentinel 1 i ricercatori stanno lavorando su quelli della costellazione italiana Cosmo SkyMed, di Asi e ministero della Difesa. Nelle prossime ore sono attesi ulteriori dati dal satellite radar giapponese Alos 2.

I satelliti radar


I satelliti radar sono particolarmente importanti perché riescono a rilevare le immagini in qualsiasi condizione atmosferica e di luce, quindi anche attraverso le nubi e di notte. L'idea che si sta facendo sempre più strada è che "si è attivato lo stesso sistema di faglie per i terremoti del 24 agosto e del 26 e 30 ottobre", ha osservato il sismologo Gianluca Valensise, dell'Ingv.

"Resta - ha aggiunto - la particolarità di questo terremoto: il suo è stato un comportamento insolito, per cui la scossa più forte è arrivata per ultima". La grande domanda, per gli esperti, è capire come mai il sisma più forte non sia avvenuto subito. Questo non perché i terremoti abbiano regole: i sismologi sanno che non devono mai stupirsi. "Al momento la risposta più ovvia è che la struttura che si è attivata il 30 ottobre non era pronta", ha osservato Valensise. Ed è stato un bene, altrimenti, "ci sarebbero state - ha osservato - conseguenze nefaste per la popolazione".
Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.
Facebook Twitter Google + Scrivici Scrivici
Commenti

Gentile lettore, 

la redazione si riserva di approvare i commenti prima della loro pubblicazione. 

Fai una donazione
Vuoi essere aggiornato?
NEWS
Jana Novotna con il trofeo vinto a Wimbledon, nel 1998
TENNIS

Addio a Jana Novotna, la regina del doppio

La tennista ceca si è arresa al canrco a 49 anni. In carriera una vittoria a Wimbledon nel singolo, nel 1998
Domenica Rita Adriana Bertè (Mimì) alias Mia Martini
TRIBUTO

Mantova ricorda Mia Martini: quest'anno avrebbe compiuto 70 anni

La direzione artistica è affidata a Mimmo Cavallo
Il pianeta gassoso Giove
SISTEMA SOLARE

L'acqua terrestre viene da Giove

Ridimensionata la teoria secondo la quale proverrebbe da asteroidi e comete
L'on. Franceschini all'inaugurazione di
MOSTRA

Napoli: al via "Pompei@Madre. Materia Archeologica"

Franceschini: "Inaugurata la mostra più importante dell'anno in Italia"
Sebastian Pinera
CILE

Presidenziali: a Pinera il primo turno

Nel ballottaggio del 17 dicembre sarà sfida con il candidato di centrosinistra Guillier
CAMORRA

Napoli, blitz contro clan Lo Russo: 43 arresti

Sono accusati, a vario titolo, di associazione di tipo mafioso