La Germania riapre e i contagi risalgono: dibattito governo-Laender

In Germania sono 156.337 i casi, mentre le vittime 5.913. Il tasso di contagio è ritornato a 1 e l'Istituto Koch suona l'allarme: "Restare il più possibile in casa"

ULTIMO AGGIORNAMENTO 16:27

Situazione complicata in Germania, dove all’allentamento delle misure sembra essere corrisposta una risalita della curva epidemiologica. O, quantomeno, il rischio connesso sembra essere aumentato in modo esponenziale, visto che il tasso è salito praticamente subito a 1, come riferito dai dati del Robert Koch Institute (RKI). Un aumento che, di fatto, riapre immediatamente il dibattito sulla reale possibilità di allentare le misure in una fase in cui il coronvairus è tutt’altro che sconfitto. Una posizione che, peraltro, ha visto lo schieramento abbastanza netto della cancelliera Angela Merkel, favorevole a una ripresa con maggiori precauzioni e, soprattutto, con un margine di tempo più ampio.

Nuova salita

La questione naturalmente è dibattuta, fra chi ritiene necessaria una ripresa dell’economia per non rischiare una frenata troppo consistente e chi, come la cancelliera, vorrebbe procedere con maggior cautela. Il punto, secondo gli esperti del Koch, è che l’allentamento delle disposizioni restrittive ha coinciso con la maggior presa di libertà da parte dei cittadini che, dopo l’annuncio, hanno in gran parte ripreso uno stile di vita pre-Covid. Comportamento che, secondo i ricercatori, produrrebbe un effetto deleterio: “Le persone devono rimanere ancora il più possibile a casa se vogliamo difendere i nostri successi comuni”. In Germania, già da una settimana i negozi sono tornati aperti, anche se restano i divieti di prima: niente contatti, niente assembramenti e, soprattutto, obbligo di utilizzo dei materiali di protezione, come mascherine, guanti e disinfettanti. In strada come, e soprattutto, sui mezzi di trasporto.

Confronto governo-Laender

Tutto, probabilmente, si giocherà sull’incontro fra governo e Laender, in calendario giovedì. In quella sede, si deciderà se procedere con maggior cautela o assumersi il rischio di una ripresa economica più rapida, con la possibilità che il contagio torni a salire in modo davvero preoccupante. Al momento, secondo l’Istituto Koch, i casi di contagio in Germania sono 156.337, mentre le vittime 5.913. Numeri che preoccupano e che verranno vagliati attentamente anche alla luce della nuova risalita.

Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.