Italdonne, disastro all’esordio europeo

Italia travolta dalla Francia: finisce 5-1. Sconfitta pesantissima. Lunedì c’è l’Islanda

ULTIMO AGGIORNAMENTO 23:04
Francia Italia Europeo

Peggio di così l’Europeo dell’Italdonne non poteva cominciare. Un esordio da incubo contro la Francia, una delle pretendenti al titolo. È finita 5-0 per le transalpine che hanno dominato in lungo e largo la prima frazione di gioco, con l’Italia mai in partita, che ha faticato nel palleggio, nelle uscite, lasciando spazio e campo alle francesi che alla fine hanno maramaldeggiato. Partita decisa già all’intervallo, e mai era successo che l’Italia subisse cinque gol in un solo tempo.

Francia sul velluto

Le premesse e le speranze azzurre tramontano in un misero amen. Da subito. La Francia, si vede da come è messa in campo, è decisamente di una qualità superiore alla nostra Nazionale. Milena Bertolini prova a mettere ordine, dare consapevolezza alle sue ragazze che vanno subito sotto. Dopo una manciata di minuti è la Geyoro a firmare il vantaggio francese, approfittando di un rinvio non perfetto della Gama. Piazzarla è un gioco da ragazzi per la talentuosa francesina. Le transalpine sfondano con irrisoria facilità, in particolare a sinistra. Karchaoui è brava a liberarsi, metterla dentro basso. Ancora una deviazione di Gama e Katoto da due passi fa 2-0.

Italia sulle ginocchia ma prova a rientrare in partita, niente da fare. La Francia rallenta dopo il devastante inizio, ma nella parte discendente della prima frazione firma altri tre gol. Il 3-0 porta la firma di Cascarino, con una botta micidiale dalla distanza, inutile il tentativo di intervento da parte di Giliani. La Geyoro è letteralmente scatenata, sente l’odore del sangue e affonda la lama. È ispirata, si vede: salta Giuliani dopo una percussione in solitudine e firma il poker. Manita dietro l’angolo, che arriva proprio allo scadere, ancora con la Geyoro che firma la tripletta personale e si porta a casa il pallone. Stavolta conclusione dall’altezza del dischetto, gran destro e palla alle spalle della Giuliani: 5-0 all’intervallo.

Piemonte per il gol della bandiera

La Francia è sazia e amministra con grande acume la ripresa. L’Italia è stordita, ma con coraggio ci prova. La Francia è messa bene in campo, le azzurre provano ad alzare il baricentro, ma non graffiano, ma rispetto alla prima frazione è un’altra Italia. Milena Bertolini mischia le carte, mettendo forze nuove, ma l’Italia non decolla anche se il passivo è troppo pesante per sperare in una clamorosa rimonta. A quindici dalla fine il ct inserisce Piemonte per la Caruso e proprio la neo entrata firma il gol della bandiera. Bertolini prova a scuotere le sue ragazze che nel finale ci provano con coraggio, ma la difesa francese tiene botta. Più nulla fino alla fine, solo accademia per le francesi che sono partite col piede giusto e rilanciano con autorità la candidatura a portare a casa il trofeo. L’Italia sfiora nel finale il secondo gol mostrando temperamento, ma è troppo tardi. Finisce 5-1 per la Francia, ma l’Europeo è lungo e il secondo tempo di stasera lascia intendere che le porte dei quarti per l’Italia sono apertissime.

Nell’altra partita del nostro girone (Gruppo D), pari tra Belgio e Islanda (1-1). Lunedì si ritorna in campo, con l’Italia che affronterà l’Islanda, mentre la Francia può chiudere il conto qualificazione contro il Belgio. Le azzurre dovranno dimenticare in fretta la delusione di stasera e tornare in sella per acciuffare il secondo posto nel girone che vale l’accesso ai quarti.

Se vuoi commentare l'articolo manda una mail a questo indirizzo: scriviainterris@gmail.com
Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.