Israele, prove di normalità: via le mascherine all’aperto

Resta l'obbligo al chiuso ma il governo acconsente al primo ritorno alla normalità. Riaperte anche le scuole primarie e secondarie

ULTIMO AGGIORNAMENTO 17:45
Israele mascherine

Niente più mascherine all’aperto, perlomeno in forma obbligatoria. E’ una svolta importante quella che ha messo in atto il governo d’Israele, uscito da mesi di lockdown rigido e, ora, convinto dall’andamento dei contagi ad allentare ulteriormente non solo le restrizioni ma anche le precauzioni anti-Covid. Il Ministero della Sanità, nei giorni scorsi, aveva optato per una prevenzione più elastica e, in base ai monitoraggi, deciso che l’obbligatorietà delle mascherine non aveva più ragion d’essere. Un calo di contagi dovuto anche alla progressione della campagna vaccinale.

Le raccomandazioni al chiuso

Secondo il commissario per la lotta al coronavirus, Nachman Ash, la precauzione delle mascherine resterà nei luoghi chiusi. Anzi, arriva a tal proposito un appello alla popolazione, affinché l’allentamento sui luoghi aperti porti a una maggior responsabilità quando si è in tanti in quelli chiusi. “Spero – ha detto Ash – che possiamo contare sul fatto che ognuno tenga un mascherina in tasca e la usi quando serve”. Del resto, il calo dei contagi riscontrato da Israele è stato deciso e repentino. A metà gennaio, infatti, si contavano ancora in media circa 10 mila contagi giornalieri. Oggi, con oltre metà della popolazione già vaccinata, il conteggio si attesta su qualche centinaio al giorno.

Israele pronto, riaprono le scuole

In sostanza, dopo il lockdown serrato di qualche mese fa, Israele prosegue a tappe forzate verso il ripristino della normalità. Incoraggianti i dati sull’andamento della pandemia ed efficace la risposta della popolazione nel periodo più duro. Finora, il Paese ha contato 836 mila casi di Covid e 6.331 morti. Ora gli indici danno ragione alla strategia sanitaria tanto che, insieme alla rimozione del divieto, il governo dispone la riapertura delle scuole, sia primarie che secondarie. Passi rapidi verso il ritorno ai tempi pre-Covid, senza dimenticare la prudenza: al chiuso la presenza delle mascherine non è un consiglio, ma un obbligo.

Se vuoi commentare l'articolo manda una mail a questo indirizzo: scriviainterris@gmail.com
Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.