Iran, 19 marinai morti per fuoco amico nel golfo dell’Oman

La nave d'appoggio "Konawar" è stata colpita accidentalmente da un missile lanciato da una fregata: 15 le persone rimaste ferite a causa dell'incidente

ULTIMO AGGIORNAMENTO 10:19

E’ salito a 19 morti il bilancio dell’incidente avvenuto ieri sera durante un’esercitazione navale della Marina iraniana nelle acque di Bandar Jask, nel Golfo dell’Oman. Lo ha riferito l’agenzia di stampa Isna, sottolineando che la nave d’appoggio “Konawar” è stata colpita accidentalmente da un missile lanciato da una fregata mentre navigava vicino a un obiettivo durante le manovre militari. Il vascello militare colpito, il Konarak, è stato poi rimorchiato a riva, precisa ancora l’esercito in un comunicato pubblicato sul suo sito.

Il razzo

Il razzo è stato erroneamente sparato dal cacciatorpediniere “Jamaran” durante esercitazioni marittime, colpendo la nave da guerra Konarak che operava lungo la costa della provincia meridionale di Hormuzgan in Iran. Il Jamaran è in grado di trasportare lanciatori per missili da crociera antinave C-802 Noor. Nello specifico, nell’incidente militare, oltre alle diciannove persone morte, ci sarebbero anche altre 15 persone rimaste ferite a causa del ‘fuoco amico’: lo ha reso noto l’Esercito.

Se vuoi commentare l'articolo manda una mail a questo indirizzo: [email protected]
Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.