India, ciclone Tauktae: naufraga chiatta, 127 persone disperse in mare

Il passaggio del ciclone Tauktae lungo la costa occidentale dell'India ha già provocato nelle scorse ore decine di morti: 

ULTIMO AGGIORNAMENTO 7:49

Circa 127 persone risultano disperse nel Mar Arabico a causa del naufragio provocato dal ciclone Tauktae di una chiatta alla deriva al largo della costa di Mumbai: lo ha reso noto la Marina militare indiana. Due navi della Marina e alcuni elicotteri partecipano in queste ore alle operazioni di ricerca e soccorso. A bordo dell’imbarcazione c’erano 273 persone e finora ne sono state tratte in salvo 146. Si teme pre la vita degli altri 127.

I danni provocati dal ciclone Tauktae

Il passaggio del ciclone Tauktae lungo la costa occidentale dell’India ha già provocato nelle scorse ore decine di morti: l’enorme vortice, il più grande nella regione da decenni, declassato in queste ore da ‘estremamente grave’ a ‘molto grave’, ha trasformato le strade in fiumi costringendo centinaia di migliaia di persone a fuggire.

In particolare – scrive Rai News – sono state interessate dal fenomeno le aree di Kerala, Goa e Maharashtra. Chiuso l’aeroporto di Mumbai. Fortunatamente lo Stato Indiano costiero di Gujarat, dove vivono 150 mila persone, era già stato evacuato dalla protezione civile. Molte delle fragili case della zona sono state spazzate via mentre il vento sradicava alberi e pali dell’elettricità.

A Mumbai le autorità hanno esortato le persone a rimanere in casa e circa 600 pazienti affetti da Covid-19 sono stati trasferiti in ospedali da campo “in luoghi più sicuri”, mentre il livello del mare si alzava di tre metri.

Se vuoi commentare l'articolo manda una mail a questo indirizzo: scriviainterris@gmail.com
Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.