Incidenti sul lavoro, sei vittime in un giorno

Si tratta di un operaio, di un imprenditore, del dipendente di un'azienda agricola, di due camionisti e di un lavoratore impegnato a tagliare l'erba

ULTIMO AGGIORNAMENTO 21:13

La “strage”, come l’ha definita lo stesso presidente del Consiglio Mario Draghi, delle morti sul lavoro vede aumentare il numero delle vittime, sei in poco meno di dieci ore. Si tratta di un operaio nel milanese, di un dipendente di 55 anni di una azienda agricola a Taranto, di un operaio 42enne nel Veronese, di un imprenditore di 59 anni nel Cremonese e due camionisti carbonizzati e non ancora identificati sull’autostrada A21, in provincia di Piacenza.

In Lombardia

Un operaio di 52 anni è morto questa mattina poco dopo le 5 in una ditta di logistica di Buccinasco, in provincia di Milano, schiacciato da un macchinario. Gli inquirenti hanno disposto il sequestro dell’impianto e l’autopsia, anche per verificare se l’uomo abbia avuto o meno un malore prima di rimanere incastrato nella macchina. In provincia di Cremona, un imprenditore di 59 anni stava camminando sul tetto del capannone di sua proprietà in una azienda a Offanengo, quando un pannello della copertura ha ceduto ed è caduto: un volo di cinque metri che non gli ha lasciato scampo. Era salito sul tetto utilizzando il cestello di un’azienda specializzata in lavori di ristrutturazione delle coperture per verificare di persona lo stato dell’edificio.

Massafra

In un’azienda agricola di Massafra, in provincia di Taranto, specializzata nella produzione di agrumi, un dipendente di 55 anni era al comando di un trattore durante lavori di aratura, quando il mezzo si è ribaltato schiacciandolo e il lavoratore è morto sul colpo.

Nel veronese

Un operaio di 42 anni è stato investito e ucciso mentre stava tagliando l’erba in un’aiuola sulla Strada statale 434 “Transpolesana”, nel territorio comunale di Isola Rizza, in provincia di Verona. L’uomo stava falciando l’erba nei pressi di un’area di servizio ed è stato investito da un furgone. Da una prima ricostruzione dei carabinieri, il conducente ha perso il controllo del furgone ed ha sbandato, investendo l’operaio che stava lavorando nell’aiuola sul lato destro della carreggiata. Ferito anche il conducente del furgone, che è stato trasferito in ospedale.

Autocisterna in fiamme

Infine sull’autostrada A21 Piacenza-Brescia sono morti carbonizzati due camionisti coinvolti in un incidente stradale in cui un’autocisterna si è incendiata dopo aver tamponato un furgone che, a sua volta, è finito contro un altro mezzo pesante che lo precedeva e rimanendo schiacciato in mezzo. Le due vittime guidavano l’autocisterna e il furgone.

Se vuoi commentare l'articolo manda una mail a questo indirizzo: scriviainterris@gmail.com
Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.