In Italia è finito l’antibiotico usato per combattere il Covid

Le difficoltà nel reperimento del medicinale sono dovute all'enorme utilizzo negli ultimi due mesi legato all'impennata dei contagi

ULTIMO AGGIORNAMENTO 15:27

Non è più reperibile nelle farmacie italiane l’antibiotico più utilizzato per curare i malati di Covid sia a casa sia in ospedale, ossia lo Zitromax ed il generico. A mancare sarebbe la molecola necessaria per la produzione del farmaco che viene prescritto in associazione con antiinfiammatori. Molto probabilmente, la difficoltà del reperimento dello Zitromax o del suo generico è dovuta all’enorme utilizzo che se ne è fatto negli ultimi due mesi legato all’aumento dei contagi e probabilmente all’accapparramento anche da parte di chi non ha contratto il Covid ma ha timore di ammalarsi.

L’utilizzo dello Zitromax

Lo Zitromax e il generico vengono utilizzati nella terapia contro il Coronavirus in seguito ai risultati emersi da diversi studi scientifici che ne hanno dimostrato l’efficacia sia nel contrastare eventuali complicanze nei malati dovute a batteri, sia con valenza di immuno modulante contro il virus Sars-Cov2.

Cosa accadrà

Secondo quanto riferito dall’Ansa, della carenza del medicinale sarà informata l’Aifa, l’agenzia italiana del farmaco. Nel ventaglio di ipotesi, si potrebbe anche pensare che l’agenzia decida di indicare l’utilizzo di un’altra famiglia di antibiotici al posto di quello mancante, ma come già detto, si tratta al momento solo di un’ipotesi.

Se vuoi commentare l'articolo manda una mail a questo indirizzo: scriviainterris@gmail.com
Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.