MERCOLEDÌ 02 MARZO 2016, 10:41, IN TERRIS

IL SUPER TUESDAY INCORONA IL CICLONE TRUMP E LA CLINTON

MILENA CASTIGLI
IL SUPER TUESDAY INCORONA IL CICLONE TRUMP E LA CLINTON
IL SUPER TUESDAY INCORONA IL CICLONE TRUMP E LA CLINTON
Donald J. Trump è il candidato destinato a raccogliere più delegati alle primarie repubblicane; Hillary Clinton a quelle democratiche. E’ questo il verdetto del Super Tuesday 2016, il più importante degli appuntamenti delle primarie poiché vi sono coinvolti 13 Stati e un territorio (le Samoa americane). Nello specifico, hanno espresso le proprie preferenze gli elettori dell’Alabama, dell’Arkansas, del Colorado, della Georgia, del Massachusetts, del Minnesota, dell’Oklahoma, del Tennessee, del Texas, del Vermont, della Virginia, mentre in Alaska e nel Wyoming si sono tenuti solo i caucus dei repubblicani.

Il Super Tuesday di queste elezioni è un giorno che rimarrà negli annali della politica americana come un punto di probabile non-ritorno per i repubblicani, travolti dal ciclone Trump. Nessun candidato repubblicano, infatti, ha vinto quanto lui in queste settimane: Alabama, Georgia, Massachusetts, Tennessee, New Hampshire, Nevada, Virginia, South Carolina. Un record senza precedenti dagli anni ’60 ad oggi confermato dallo stesso tycoon, all’arrivo dei primi risultati: “E’ una notte incredibile”, ha detto Trump.

Gli scenari possibili per il magnate newyorkese ora sono due. O conquista i 1237 delegati necessari a incoronarlo, alla convention di Cleveland del prossimo luglio, come candidato repubblicano. O conquista un’ampia fetta di delegati, ma non tutti i 1237, e si va allora a una “open convention” in cui l’establishment del partito cercherà di sottrargli la vittoria. Il Super Tuesday ha offerto molte indicazioni in merito alla battaglia interna al G.O.P. Anzitutto, Marco Rubio esce pesantemente sconfitto riuscendo a vincere soltanto in Minnesota e perdendo la Virginia, che sembrava alla sua portata. Ted Cruz, invece, ha conquistato il “suo” Texas e l’Oklahoma. Il senatore potrebbe mettere a segno importanti vittorie in Stati conservatori come la Louisiana e il Kansas divenendo, a questo punto, come l’unica, anche se debole, alternativa a Trump.

Sul fronte democratico, l’ex first lady Hillary Clinton vince ma non allunga le distanze dal diretto avversario Bernie Sanders. Per lei vittorie convincenti negli Stati del Sud, ricchi di delegati come la Georgia e il Texas, dove più forte è la componente afro-americana e ispanica, ma non riesce a penetrare nelle roccaforti bianche e progressiste dell'(altro) magnate neworkese che si aggiudica Minnesota, Colorado, Oklahoma e Vermont. A questo punto, dopo le prove positive in Nevada e in South Carolina, il percorso della Clinton verso la nomination appare a buon punto. Ma non (quasi) scontata come per il ciclone Trump.
Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.
Facebook Twitter Google + Scrivici Scrivici
Commenti

Gentile lettore, 

la redazione si riserva di approvare i commenti prima della loro pubblicazione. 

Fai una donazione
Vuoi essere aggiornato?
NEWS
Michele Gesualdi
FIRENZE

E' morto Michele Gesualdi, l'allievo di don Milani

Ex presidente della Provincia di Firenze, è stato un sostenitore della legge sul biotestamento. Aveva 74 anni
MILANO | INCIDENTE SUL LAVORO

Morto anche il quarto operaio intossicato

L'uomo, operaio della "Lamina", era ricoverato presso il "San Raffaele". Nella tragedia morto anche suo...
I danni causati dalla tempesta Friederike
MALTEMPO IN NORD EUROPA

Otto vittime
tra Olanda, Belgio
e Germania

Centinaia di migliaia di persone, dal Regno Unito alla Romania, sono senza elettricità
INFLUENZA

Mai così tanti casi dal 2004. A letto 4 milioni di italiani

La fascia di età più colpita dal virus influenzale è quella dei bambini al di sotto dei cinque anni
Papa Francesco celebra la Messa a Iquiqe
PAPA IN CILE

"La precarizzazione del lavoro distrugge vite e famiglie"

Testo completo dell'omelia pronunciata a Iquique durante la Messa per l’integrazione dei popoli
Luca Lecci
INFORTUNI SUL LAVORO

Diciannovenne stritolato dal tornio

L'incidente sotto gli occhi del padre. "Lamina": morte cerebrale per il quarto operaio
Il Papa ha sposato una hostess e uno steward (Copyright: Vatican Media)
PAPA IN CILE

Francesco sposa in volo una hostess e uno steward

Erano conviventi, la chiesa in cui si doveva celebrare il rito religioso crollò per il terremoto
Scontri a Jenin
CISGIORDANIA

Scontri a Jenin: ucciso palestinese, feriti 2 israeliani

Hamas: "E' morto un martire delle Brigate Ezzedin al-Qassam"
INPS

Nel 2017 cassa integrazione in calo del 39,3%

A novembre 209.325 domande di disoccupazione
Il sarcofago di Larthia Seianti. Firenze, Museo Archeologico Nazionale
FIRENZE

Gli Uffizi sosterranno il Museo Archeologico

La Galleria cederà il 2,5% degli incassi annui dei biglietti
L'operazione China Truck della Polizia di Stato
MAFIA

Sgominata banda che controllava il Made in China in Europa

Vasta operazione della Polizia di Stato in diverse province italiane. 33 arrestati
Il premier Paolo Gentiloni
PAOLO GENTILONI

"Non è tempo di scardinare i pilastri del sistema su fisco e pensioni"

Lo ha detto il premier intervenendo all'inaugurazione dell'anno accademico della Luiss