Germania, Steinmeier ancora presidente: avviso a Putin nel discorso

Il presidente tedesco, rieletto per un secondo mandato, avvisa il leader del Cremlino: "Non sottovaluti la forza della democrazia"

ULTIMO AGGIORNAMENTO 19:10
Frank-Walter Steinmeier

C’è un dossier diplomatico importante sul tavolo della Cancelleria tedesca, da poco passata nelle mani di Olaf Scholz. La crisi fra Russia e Ucraina continua a tenere inevitabilmente banco in Europa, dove i Governi cercano di mediare fra il Cremlino e Kiev affinché le tensioni sul confine non si trasformino in un conflitto armato. Specie dopo le esternazioni degli Stati Uniti, che hanno a più riprese annunciato l’imminenza di un’invasione russa in territorio ucraino, la guardia delle potenze continentali resta altissima. Nel frattempo, proprio in Germania è stata riconfermata la presidenza di Frank-Walter Steinmeier, rieletto per un secondo mandato a conferma dei pronostici della vigilia. Il presidente tedesco, ritenuto fondamentale nella difesa dei valori democratici della Germania contro la recrudescenza delle destre estreme, mantiene la fiducia dei cittadini anche sul piano della supervisione politica in merito alla gestione della pandemia.

Steinmeier avvisa Putin

Ma, come detto, l’attenzione della Germania è focalizzata anche sull’est. E nel suo discorso di ringraziamento, Steinmeier non manca di lanciare una nuova avvisaglia alle intenzioni espansionistiche russe, facendo nomi e cognomi della nuova crisi militare. “La nostra preoccupazione è cresciuta… Pensiamo che la situazione sia critica, molto pericolosa”. Ma non solo. “Siamo nel bel mezzo di un rischio di conflitto militare, di una guerra in Europa orientale ed è la Russia a esserne responsabile”. Inoltre, il rieletto presidente ha invitato Putin in persona a “sciogliere il cappio attorno al collo dell’Ucraina”. Rinnovato, inoltre, l’appello affinché si “unisca a noi nella strada che porta alla preservazione della pace in Europa. E non sottovaluti la forza della democrazia”.

Il messaggio di Mattarella

Ora, davanti a sé altri cinque anni di presidenza che, al netto delle eventuali escalation militari, dovranno coincidere necessariamente con una ripresa del Paese dopo il disastro pandemico. Del resto, la rielezione di Steinmeier era sostenuta dalla stragrande maggioranza dei delegati dell’Assemblea costituita per le elezioni presidenziali. E i risultati, 1.045 voti su 1.437, ha confermato la fiducia nella sua guida. Un messaggio di congratulazioni è arrivato anche dal Presidente della Repubblica Sergio Mattarella, il quale ha espresso le felicitazioni della Repubblica italiana. Il Capo dello Stato ha inoltre spiegato che il rinnovo dell’alto incarico di Steinmeier, “rappresenta un’inequivocabile testimonianza della fiducia che il popolo tedesco ripone nella sua persona, sicuro riferimento di unità in tempi segnati da disagi e incertezze”.

 

Se vuoi commentare l'articolo manda una mail a questo indirizzo: scriviainterris@gmail.com
Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.