Francia, Macron annuncia il piano per Natale: “Coprifuoco dal 15 dicembre”

Il presidente illustra la strategia di uscita dal lockdown: "Superato il picco, i negozi aperti da sabato ma le piste da sci restano chiuse"

ULTIMO AGGIORNAMENTO 5:12

Il prolungamento del lockdown avrebbe sortito gli effetti sperati in Francia dove, secondo il presidente Emmanuel Macron, è stata “frenata la circolazione del virus”. Un rallentamento sufficiente, secondo il capo dell’Eliseo, affinché in vista del Natale si possa procedere a un allentamento delle maglie restrittive, concedendo come in Gran Bretagna la possibilità di trascorrere le festivitià in famiglia anche s enel rispetto di alcune norme comportamentali. Macron, nel suo discorso in diretta televisiva, ha ringraziato “il civismo” dei francesi: “I nostri sforzi, i vostri sforzi, hanno pagato, il picco della seconda ondata è passato”. Secondo i dati della Sanité Publique, con le vittime fatte registrare oggi, il coronavirus fa contare in Francia oltre 50 mila morti, 50.237 dall’inizio della pandemia.

Macron, il piano per Natale

Da sabato, negozi e librerie torneranno aperti in Francia dove, piuttosto che il lockdown, vigerà il coprifuoco. O meglio, come lo chiama Macron, un “lockdown adattato”. Per ora resterà l’autocertificazione, necessaria per gli spostamenti che, comunque, saranno estesi a un raggio di 20 chilometri dal proprio domicilio. A partire dal 15 dicembre, invece, l’autocertificazione non servirà più ed entrerà in vigore la misura di coprifuoco dalle 21 alle 7. “Un sospiro di sollievo” che “consentirà di trascorrere il Natale in famiglia” ma nella consapevolezza che “non saranno vacanze come le altre”. Il coprifuoco verrà sospeso solo per le notti del 24 e del 31 dicembre, anche se resta il divieto assoluto di assembramenti.

Piste da sci chiuse

E, se a partire dal 20 gennaio potranno riaprire palestre e ristoranti, a patto che i contagi siano stabilmente sotto i 5 mila al giorno, nessuna deroga è in vista per gli impianti sciistici. “E’ in corso una concertazione con il governo” e anche “con i Paesi vicini”, ha detto Macron, che però lascia pochi spiragli a chi lavoro con le attività invernali. “Mi sembra impossibile immaginare un’apertura per le feste. Sarà meglio orientarsi per una riapertura nel corso del mese di gennaio”. Infine sui vaccini: “La vaccinazione contro il Covid-19 potrebbe cominciare in Francia tra fine dicembre e inizio gennaio” ma “non sarà obbligatoria”.

Se vuoi commentare l'articolo manda una mail a questo indirizzo: scriviainterris@gmail.com
Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.