Covid, Figliuolo: “Ecco il piano contro Omicron”

Più vaccini e screening nelle scuole. È questo in sintesi il piano del Commissario per l'emergenza Coronavirus, Francesco Figliuolo

ULTIMO AGGIORNAMENTO 9:03

Più vaccini e screening nelle scuole. È questo in sintesi il piano del Commissario per l’emergenza Coronavirus, Francesco Figliuolo, illustrato al ‘Corriere della Sera’.

Apertura del richiamo a quattro mesi

Nell’intervista riportata da Ansa, il generale dichiara che “aumentare il numero di persone vaccinate e che hanno ricevuto il booster ci aiuterà a consolidare la barriera costruita finora”. Con l’apertura del richiamo a quattro mesi “dal prossimo 10 gennaio”, prosegue, “si potrà soddisfare la platea di potenziali ricettori”.

Screening nelle scuole

Come funzionerà lo screening nelle scuole? “Ogni Regione metterà a punto un dispositivo – spiega Figliuolo – e grazie alla grande disponibilità del ministro alla Difesa, Lorenzo Guerini, avremo il supporto dei team e dei laboratori militari”.

Per il personale scolastico “il governo ha stanziato 5 milioni di euro – rivela il commissario – che saranno impiegati per l’acquisto di mascherine Ffp2 da distribuire a chi svolge attività scolastiche e didattiche a favore dell’infanzia”.

Il generale auspica che l’ultimo vaccino approvato dall’Ema, Novavax, possa convincere anche i più restii. E’ previsto l’arrivo di “2,9 milioni di dosi”, la prima consegna “presumibilmente tra gennaio e febbraio”. “È un vaccino di tipo tradizionale”, spiega. “Mi auguro che contribuirà a convincere chi è ancora esitante”. Con esso “avremo un’arma in più contro il Covid-19 che consentirà alla campagna vaccinale di andare più spedita”.

Se vuoi commentare l'articolo manda una mail a questo indirizzo: scriviainterris@gmail.com
Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.