Femminicidio a Roma, fermato il marito della vittima

L'uomo, 76 anni, dopo il delitto è andato dal suo avvocato e ha contattato le forze dell'ordine per confessare

ULTIMO AGGIORNAMENTO 19:49

Ancora una donna uccisa in Italia. Morti violente, avvenute quasi sempre per mano di chi quelle donne avrebbe dovuto amarle. In un elegante quartiere di Roma una donna di 72 anni è stata uccisa dal marito di 76 a colpi di pistola. Uccisa forse ieri, come il marito sembra aver poi detto alla polizia che sta cercando di ricostruire la vicenda. Stamattina invece vicino ad Ancona un uomo ha colpito diverse volte la moglie alla testa, poi, credendola morta, si è tolto la vita. La donna è sopravvissuta ed è riuscita a chiedere aiuto.

Roma

L’omicidio è avvenuto in un condominio di via Mascagni, nel quartiere Trieste. Ad uccidere la donna, Caterina D’Andrea, è stato Pietro Bergantini, che poi ha confessato tutto. L’uomo, un ex funzionario di una compagnia assicuratrice, per motivi ancora da accertare e chiarire ha ucciso la moglie con un colpo di pistola poi, forse, dopo una notte intera passata con il suo corpo nell’appartamento, ha deciso di raccontare tutto al suo avvocato. Il difensore ha quindi contattato le forze dell’ordine e ha accompagnato il suo cliente in commissariato, dove si è costituito raccontando di avere ucciso la moglie con una delle pistole che legalmente deteneva. La squadra mobile della capitale e gli investigatori del commissariato Vescovio, stanno ascoltando in queste ore diverse persone, sia i vicini di casa della coppia, sia alcuni parenti. Anche la polizia scientifica, ancora nell’appartamento per i rilievi, sta cercando di capire da quante ore la donna sia stata uccisa e perché.

Ancona

Una tragedia si è consumata questa mattina, invece, vicino ad Ancona dove un uomo al culmine di una lite ha colpito la moglie con un martello in testa, poi, credendola morta, si è suicidato. La moglie, nonostante fosse ferita e sanguinante, dopo essersi rialzata, ha trovato la forza per chiedere aiuto e allertare le forze dell’ordine. È stata trasportata in eliambulanza all’ospedale di Torrette ad Ancona. Dopo la segnalazione, i carabinieri si sono messi alla ricerca del marito 52enne, operaio di origine moldava, e lo hanno trovato morto nel capannone dove lavorava e dove si è impiccato. La pm Irene Bilotta è stata informata dai carabinieri dell’accaduto e sta attendendo dettagli per cercare di ricostruire una esatta dinamica dei fatti. Sembra che l’uomo non abbia accettato l’idea di separarsi dalla moglie, come lei avrebbe voluto.

Se vuoi commentare l'articolo manda una mail a questo indirizzo: scriviainterris@gmail.com
Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.