MERCOLEDÌ 09 AGOSTO 2017, 18:23, IN TERRIS

Favoreggiamento dell'immigrazione clandestina: indagato don Mussie Zerai

SIMONE PELLEGRINI
Facebook Twitter Copia Link Invia Scrivici
Favoreggiamento dell'immigrazione clandestina: indagato don Mussie Zerai
Favoreggiamento dell'immigrazione clandestina: indagato don Mussie Zerai
C'è anche il nome di don Mussie Zerai nel fascicolo della Procura di Trapani sull'inchiesta per favoreggiamento all'immigrazione clandestina. Il sacerdote eritreo che da anni vive in Italia, nel 2015 è stato candidato al premio Nobel per la pace in qualità di presidente di Habeshia, associazione che cuce contatti telefonici con le imbarcazioni in partenza dalle coste del Nord Africa.

Favoreggiamento dell'immigrazione via chat


Secondo quanto scrive Repubblica, Zerai avrebbe ricevuto l'avviso di garanzia dalla procura, in quanto i magistrati sospettano che fosse membro di una chat di WhatsApp in cui segnalava agli equipaggi delle ong il luogo in cui si trovavano imbarcazioni cariche di migranti, dopo averne ricevuta comunicazione dalle stesse persone a bordo delle imbarcazioni.

L'indagine sull'ong tedesca Jugend Rettet


Nella stessa indagine che coinvolge il prete eritreo c'è l’ong tedesca Jugend Rettet, accusata di aver raccolto alcuni migranti in un momento in cui non si trovavano in difficoltà e intrattenendo nel contempo rapporti irregolari con gli scafisti.

La difesa di don Zerai


Mussie Zerai si difende sostenendo di aver agito solo a scopo umanitario, allertando sempre la centrale operativa della Guardia Costiera italiana e maltese. "Ho saputo soltanto lunedì dell’indagine e voglio andare a fondo in questa vicenda. Sono rientrato a Roma dall’Etiopia di proposito", ha detto a Repubblica. Il sacerdote ha poi aggiunto: "In passato ricevevo moltissime telefonate ogni giorno. Oggi ne ricevo molte meno, non saprei dire perché”.

"Campagna denigratoria"


Il candidato al Nobel respinge l'accusa di aver preso parte alla messaggistica clandestina. "Non ho mai fatto parte della presunta chat segreta - ha detto - ,le segnalazioni sono il frutto di richieste di aiuto da natanti in difficoltà al di fuori delle acque libiche e comunque dopo ore di navigazione precaria e pericolosa". Don Zerai ritiene che sia in atto "una vera e propria campagna denigratoria nei miei confronti e di quanti collaborano con me nel programma umanitario in favore di profughi e migranti".
Commenti

Gentile lettore, 

la redazione si riserva di approvare i commenti prima della loro pubblicazione. 


Scrivi il tuo commento


Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.
Fai una donazione
Vuoi essere aggiornato?
NEWS
Un pompiere
TREZZANO SUL NAVIGLIO (MILANO)

Incendio in un capannone, due feriti gravi

Ustionati tre operai, due in codice rosso. Sono i dipendenti di una ditta che lavora cannabis legale
La cantante Emma Marrone al Festival di Sanremo 2013
CANTANTI

Emma Marrone si ferma: "Devo affrontare un problema di salute"

La vicinanza dei colleghi, da Pausini a Nek: "Forza, siamo tutti con te"
Frame di uno dei video che riprende un oggetto volante non identificato - Video © U.S. Department of Defense
EXTRATERRESTRI

Gli Ufo esistono: parola della Marina Usa

Le prove nei filmati diffusi tra il 2017 e il 2018 dal New York Times
I disordini a Torino del 9 febbraio - Foto La Stampa
TORINO

Operazione della Digos contro anarchici: due arresti e 37 indagati

I divieti di dimora sono undici, anche cittadini stranieri. La sera della protesta fermate già undici persone
Staff dell'Oim in Libia - Foto © Organizzazione mondiale per le migrazioni
IMMIGRAZIONE

Libia: migrante in fuga ucciso con un colpo di arma da fuoco

L'uomo, di origini sudanesi, faceva parte di un di persone riportate a terra dalla Guardica costiera Libica
Washington. Transenne nella zona di Columbia Heights
USA

Spari a Columbia Heights: paura a Washington

Ancora non chiara la dinamica, i colpi esplosi non lontano dalla Casa Bianca. Almeno un morto e sei feriti, due gravi
Papa Francesco con un bambino malato - Foto © L'Eco di San Gabriele

Chi ha paura di Papa Francesco?

Se i social fossero uno specchio veritiero della realtà, dovrebbe esserci uno scisma al giorno. E invece,...
Roma-Basaksehir 4-0. Nicolò Zaniolo esulta dopo aver siglato il tris giallorosso - Foto © Twitter
EUROPA LEAGUE

Roma sul velluto, Basaksehir affondato: 4-0

All'Olimpico apre un'autorete di Caiçara, poi Dzeko, Zaniolo e Kluivert. La Lazio cade a Cluj
L'ex presidente Ben Ali
TUNISIA

Ben Ali, il presidente deposto dalla Primavera araba

Al potere dall'87 al 2011, quando la rivoluzione popolare lo destituì: l'ex presidente è morto in Arabia...
Palazzo Chigi, sede della Presidenza del Consiglio
GOVERNO

Consiglio dei ministri approva il "decreto cybersecurity"

Introdotto il "golden power" a garanzia del mercato azionario italiano. Assente il dl del ministro Costa
Tor Bella Monaca (Foto-Cgil Roma Rieti)
PERIFERIE

Tor Bella Monaca: famiglia di rom mandata via da una protesta

Il nucleo di quattro persone era legittimo assegnatario di un alloggio popolare, ora potrebbe rinunciare
Rider
L'INCHIESTA

Milano, la Procura indaga sul giro dei riders

Sotto la lente degli inquirenti le ipotesi di presunto caporalato e possibile violazione degli standard di sicurezza