Dramma a Vetralla: ucciso un bambino di 10 anni

Nell'abitazione c'era anche il padre, in stato d'incoscienza. L'uomo, 44 anni, di nazionalità polacca, aveva un divieto di avvicinamento alla casa familiare

ULTIMO AGGIORNAMENTO 20:38
Carabinieri
Foto © Pixabay

C’è un indagato per l’omicidio del piccolo Mattias, il bambino di dieci anni ucciso in casa con un coltellata alla gola a Vetralla, in provincia di Viterbo. Si tratta del padre, trovato in stato d’incoscienza in un’altra stanza dell’abitazione dove è avvenuto il fatto. L’uomo, 44 anni, di nazionalità polacca, da quanto si apprende, aveva il divieto di avvicinamento alla casa famigliare e si sarebbe inoltre allontanato da un ospedale di Roma dove era ricoverato per Covid.

Cos’è successo

I carabinieri indagano per chiarire la dinamica dell’accaduto, ascoltando testimoni per ricostruire quanto accaduto nell’appartamento della palazzina di due piani. Secondo quanto ricostruito, alle 13.30 il bambino era uscito da scuola e un parente lo aveva accompagnato a casa, poi alle 15:30 la madre al suo rientro ha trovato il corpo senza vita nella camera da letto, mentre l’uomo era in un’altra stanza. Il padre del piccolo è ora ricoverato in codice rosso, in stato di incoscienza, in ospedale.

Se vuoi commentare l'articolo manda una mail a questo indirizzo: scriviainterris@gmail.com
Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.