Dalla Protezione Civile, Borrelli, Covid-19 aumentano i morti 760 (+33 rispetto a ieri). Ma i contagi sono in calo

Dall'inizio dell'emergenza coronavirus in Lombardia sono stati registrati 46.065 casi, +1.292 da ieri. In 24 ore registrati 357 decessi

ULTIMO AGGIORNAMENTO 18:14

Sono complessivamente 83.049 i malati di coronavirus in Italia, con un incremento rispetto a ieri di 2.477. Mercoledì l’incremento era stato di 2.937. Il numero complessivo dei contagiati – comprese le vittime e i guariti – è di 115.242. Il dato è stato fornito dalla Protezione Civile. Le persone guarite sono 18.278, mentre i morti dall’inizio dell’epidemia sono 13.915. Oggi sono decedute 760 persone, 33 in più di ieri. Cala l’incremento dei ricoverati con sintomi, solo 137 in più di ieri. “Del totale dei positivi, 4.053 sono attualmente in terapia intensiva, 28.540 sono ricoverati con sintomi. La maggior parte, 50.456, cioè il 61%, sono in isolamento senza sintomi o con sintomi lievi. Il numero è cresciuto anche in percentuale, quindi si è ridotto il numero degli ospedalizzati”, ha annunciato il capo della Protezione Civile, Angelo Borrelli. Con il sistema Cross sono stati trasferiti dalla Lombardia ad altre Regioni 105 pazienti, due in più di ieri.

I volontari e i medici in campo

Nel corso della consueta conferenza stampa, Angelo Borrelli ha affermato che sono oltre 16mila volontari in campo. “E’ partito il secondo nucleo della task force con 76 medici diretti in Lombardia, Piemonte, Emilia Romagna, Trentino Alto Adige, Marche e Valle d’Aosta. Domani arriverà a Roma la prima task force infermieri“, ha sottolineato il capo della Protezione Civile. Nel frattempo, è pronta la struttura attivata grazie agli Alpini alla Fiera di Bergamo. Sono, invece, 790 le tende pre-triage davanti agli ospedali, 151 quelle nelle carceri.

Le donazioni

“Le donazioni sul conto corrente della Protezione civile sono arrivare a 101 milioni e 246 mila euro,una cifra importante, grazie alla generosità di grandi e piccoli donatori. Rispetto a ieri abbiamo speso altri 1,8 milioni, per un totale di 9,9 milioni, per acquistare ventilatori e dispositivi di protezione individuale (Dpi)“, ha detto Borrelli.

Il caso Lombardia

Sono 357 i morti risultati positivi al coronavirus, registrati in Lombardia rispetto a ieri. Dall’inizio dell’emergenza il totale sale a 7.960. Lo ha reso noto il vicepresidente lombardo, Fabrizio Sala, nell’aggiornamento quotidiano sull’emergenza coronavirus. Ieri i decessi registrati erano 394. Dall’inizio dell’emergenza coronavirus in Lombardia sono stati registrati 46.065 casi, +1.292 da ieri. “Ieri purtroppo abbiamo avuto un dato in controtendenza sulla mobilità in Lombardia: siamo risaliti al 37%, dal 36% del giorno precedente. Un 1% in più sono parecchie migliaia di persone, e non va bene. Evitiamo la passeggiata fuori di casa, è estremamente negativa, mettiamo a repentaglio non solo la nostra salute, ma anche quella degli altri”, ha detto Sala.

Toscana

Nelle Rsa della Toscana dal 29 marzo alla mezzanotte dell’1 aprile sono stati fatti 4.873 tamponi, e 667 (509 tra gli ospiti e 158 tra gli operatori) sono finora risultati positivi al Covid-19. In quattro giorni fa una media di oltre 165 casi al giorno. Complessivamente in tutta la Toscana sono stati eseguiti fino a ieri 3.028 tamponi sugli ospiti e 1.845 tra il personale delle strutture. Altri sono stati programmati e in corso nella giornata di oggi. Nelle Rsa del territorio dell’Asl Toscana nord ovest sono stati fatti complessivamente 1.567 tamponi: 1.105 ospiti e 462 operatori. Sono risultati positivi 211 ospiti e 53 operatori. Per quanto riguarda le Rsa dell’Asl Toscana centro i tamponi fatti dal 29 marzo all’1 aprile sono 1.065: 688 ospiti e 377 operatori. Sono risultati positivi 203 ospiti e 52 operatori. Nelle Rsa del territorio dell’Asl Toscana sud est i tamponi sono stati 2.241: 1.235 sugli ospiti e 1.006 sul personale. Nel dettaglio del territorio dell’Asl Toscana sud est, in provincia di Grosseto sono 906 tamponi (494 sugli ospiti e 412 sul personale), a Siena 651 (362 ospiti e 289 personale) e 684 ad Arezzo (379 ospiti e 305 personale). I positivi sono 148: 95 tra gli ospiti e 53 tra gli operatori.

Campania

E’ di 2.456 positivi, 167 deceduti e 149 guariti il bilancio dell’emergenza coronavirus in Campania, aggiornato alle 23.59 di ieri. Rispetto alla giornata di ieri, mercoledì 1° aprile, il numero dei morti in Campania è aumentato di 19 unità, mentre si contano 42 guariti in più. Questo il riparto dei casi per provincia secondo quanto comunicato dall’Unità di crisi della Regione Campania: nella città metropolitana di Napoli 1.279, di cui 542 a Napoli città e 737 in provincia; in provincia di Salerno 385; in provincia di Avellino 290; in provincia di Caserta 255; in provincia di Benevento 85. Sono 162 i casi in fase di verifica da parte delle Asl.

Veneto

Crescono di 363 i casi i positivi al Sars-Covid2 in Veneto, raggiungendo la quota di 10.111 da inizio dell’epidemia. Rallenta la curva dei decessi (+14), e si attenua la pressione per i ricoveri in area non critica (-26) e nelle rianimazioni (-3). Lo spiega il bollettino di questa mattina della Regione Veneto. I casi attualmente positivi (dato depurato da decessi e negativizzati) sono 8.911, quelli dei negativizzati virologici 668. I deceduti sono 503, che salgono a 532 nel cumulativo con le persone morte anche in strutture extraospedaliere. Torna lievemente a salire, infine, il numero dei soggetti in isolamento, 20.278.

Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.