Covid e vaccini: la preoccupazione dell’Oms per le nazioni più povere

L'Agenzia dell'Onu lancia l'allerta: i Paesi hanno dovuto cercare soluzioni alternative con pesanti ricadute sulle loro economie già fragili

ULTIMO AGGIORNAMENTO 11:06

L’Organizzazione mondiale della sanità torna a lanciare un allarme per le Nazioni più povere per quel che riguarda i vaccini. Infatti, secondo il consigliere del direttore dell’Agenzia dell’Onu, Bruce Aylward, molti dei Paesi più poveri che hanno ricevuto vaccini contro il Covid-19 attraverso l’iniziativa Covax non hanno più dosi per portare avanti la campagna di immunizzazione. 

La preoccupazione

Secondo quanto riferito da Aylward, il programma Covax ha consegnato 90 milioni di dosi a 131 Paesi ma queste non bastano per proteggere le popolazioni, soprattutto in un momento in cui l’Africa si sta preparando per una terza ondata. “Almeno la metà” degli 80 Paesi a basso reddito coinvolti nell’iniziativa Covax, ha sottolineato il consigliere dell’Oms, “non ha vaccini sufficienti per svolgere il loro programma di immunizzazione”.

Ma il numero, spiega Aylward, potrebbe essere molto più alto. Il consigliere, infatti ha spiegato che alcuni di questi Paesi hanno cercato di prendere accordi alternativi per risolvere l’emergenza pagando per i vaccini un prezzo molto più alto rispetto al valore di mercato, con conseguenze molto gravi per le loro economie.

Il Covid nel mondo: i dati della Johns Hopkins

Secondo l’ultimo conteggio della Johns Hopkins University sono 178.743.520 i casi di contagio da coronavirus nel mondo dall’inizio della pandemia, di cui 255.611 in 24 ore. I decessi da ieri sono saliti di 5.930 unità, per un totale di 3.872.088. I paesi che riportano il maggior numero di casi totali sono Stati Uniti (33.554.275), India (29.977.861), Brasile (17.966.831), Francia (5.819.584), Turchia (5.375.593), Russia (5.272.328), Regno Unito (4.656.536), Argentina (4.277.395) e Italia (4.253.460).

Hanno superato i 3 milioni di casi Colombia (3.968.405), Spagna (3.764.651), Germania (3.730.619) e Iran (3.105.620). I paesi che riportano il maggior numero di nuovi casi in 24 ore sono India (42.640), Brasile (38.903), Colombia (23.239), Russia (17.114),  Indonesia (14.536), Stati Uniti (12.388), Iran (10.485), Regno Unito (10.468), Sudafrica (9.160), Argentina (8.606).

Se vuoi commentare l'articolo manda una mail a questo indirizzo: scriviainterris@gmail.com
Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.