Covid, 27 milioni di vaccini a gennaio: oggi 155.659 positivi

Il commissario all'emergenza, Francesco Figliuolo, fa il punto sui vaccini anti Covid: "Abbiamo numeri che ci pongono ai primissimi posti in Europa"

ULTIMO AGGIORNAMENTO 19:36
Francesco Figliuolo Covid

“Omicron ha scombussolato tutti i piani, i contagi sono tanti. Sono legati però anche alla quantità di tamponi che viaggiano ad una media di oltre un milione e duecentomila al giorno”. Il commissario all’emergenza, Francesco Figliuolo, intervenendo a Mezz’ora in più fa il punto sulla progressione della pandemia da Covid-19 in Italia, evidenziando come la nuova variante del virus stia incidendo sullo scorrimento della vita di tutti i giorni. Tuttavia, il commissario sottolinea come la “crescita esponenziale dei contagi si accompagna ad una crescita lineare di ospedalizzazioni e terapie intensive”. In sostanza, dal confronto con i dati dello scorso anno, emerge come “un decimo dei contagi avevamo quasi il doppio di ospedalizzazioni e terapie intensive”. Una situazione quindi diversa rispetto a dodici mesi fa che, secondo Figliuolo, si deve soprattutto alla progressione della campagna vaccinale.

Figliuolo, il punto sui vaccini

Da questo punto di vista, il commissario ha specificato come le barriere vaccinali abbiano funzionato. Spiegando però, allo stesso tempo, come sia necessario implementare ancora il ricorso alle vaccinazioni: “Ieri ho inviato alle Regioni una circolare per attivare delle finestre straordinarie di vaccinazioni per gli over 50. Vaccinazioni straordinarie che verranno fatte negli hub ma ci saranno anche giornate dedicate. In alcune regioni, come la Lombardia, si stanno programmando vaccinazioni anche di notte mentre, dove sarà possibile, si procederà con inoculazioni senza prenotazioni”. Quanto alle dosi disponibili, Figliuolo ha fatto il punto: “Abbiamo fatto 23 milioni booster. Abbiamo numeri che ci pongono ai primissimi posti in Europa. Anche le prime dosi sono in aumento: abbiamo toccato le 70 mila al giorno e 15 mila per gli over 50”. Disponibilità incrementate col mese in corso: “Abbiamo fatto le scorte, da gennaio abbiamo una disponibilità di più di 27 milioni di dosi. La macchina sta funzionando, il problema è vaccinare quelli che non hanno mai visto il siero, persuaderli con tutti i mezzi”.

Covid, il bollettino giornaliero

Nel frattempo, col rientro in classe degli studenti ormai imminente, prosegue il monitoraggio sulla progressione del Covid in Italia. L’ultimo bollettino del Ministero della Salute ha evidenziato la presenza di 1.943.979 di attualmente positivi, 125.086 in più rispetto a ieri. I casi totali dall’inizio della pandemia hanno toccato quota 7.436.939, mentre i decessi, con i 157 di oggi, salgono a 139.038. Per quanto riguarda dimessi e guariti, l’incremento nelle ultime 24 ore è di 30.399, per un totale di 5.353.922 dall’impatto del Covid nel nostro Paese.

Se vuoi commentare l'articolo manda una mail a questo indirizzo: scriviainterris@gmail.com
Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.