Covid, i vaccini hanno creato 9 nuovi miliardari ma mancano nei Paesi poveri

I nuovi miliardari hanno una ricchezza di 19,3 miliardi di dollari, abbastanza per vaccinare completamente 1,3 volte tutte le persone nei Paesi a basso reddito

ULTIMO AGGIORNAMENTO 9:23
Brevetti
Vaccini anti Covid nel mondo

I profitti generati dai vaccini anti-Covid hanno creato almeno nove neomiliardari a livello mondiale: è la stima del gruppo “The People’s Vaccine Alliance”, una rete di organizzazioni ed attivisti che si battono per l’abolizione dei brevetti sui sieri.

“Tra loro i nuovi nove miliardari hanno una ricchezza netta combinata di 19,3 miliardi di dollari (15,8 miliardi di euro), abbastanza per vaccinare completamente 1,3 volte tutte le persone nei Paesi a basso reddito“, ha sottolineato l’organizzazione in un comunicato.

Miliardari nuovi e vecchi

In testa alla lista di questi nuovi miliardari ci sono l’amministratore delegato della Moderna, Stephane Bancel, e la sua controparte alla BioNTech, Ugur Sahin. Tra gli altri neomiliardari c’è il co-fondatore della società produttrice di vaccini cinese CanSino Biologics. Oltre ai nuovi mega-ricchi, riportano le ong, otto persone che erano già miliardarie hanno visto aumentare la loro ricchezza combinata di 32,2 miliardi di dollari grazie al lancio dei vaccino.

“Questi miliardari sono il volto umano degli enormi profitti che molte società farmaceutiche stanno ricavando dal monopolio che detengono su questi vaccini”, ha commentato Anna Marriott della ong Oxfam, che fa parte dell’alleanza.

Se vuoi commentare l'articolo manda una mail a questo indirizzo: scriviainterris@gmail.com
Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.