Covid, confermate le tre positività: la Lazio è un caso. Positivi anche Dzeko e Mancini

Le verifiche del club sono state effettuate su calciatori già fermati a scopo preventivo. Positive anche le controverifiche. Il ct azzurro e il bomber giallorosso sono asintomatici

ULTIMO AGGIORNAMENTO 20:21

Tre nuovi positivi in casa Lazio. E i dubbi ora si trasformano in caso. Dopo il match di Champions con lo Zenit San Pietroburgo, la società ha deciso di sottoporre i propri tesserati già fermi per prevenzione a un nuovo ciclo di tamponi, al fine di far chiarezza sulle loro reali condizioni. I test, effettuati tramite il Campus Biomedico di Roma (e non tramite il laboratorio di Avellino solitamente impiegato), hanno dato l’esito peggiore: tre dei calciatori sono risultati positivi al coronavirus. Esiti che, ora, dovranno essere trasmessi alla Asl per il tracciamento dei contatti anche se, a ora, non si conosce ancora l’identità dei calciatori in questione. Da questi dovrebbe essere comunque escluso Luis Alberto, che nelle scorse ore aveva annunciato di essere tornato negativo. Fra coloro che erano rimasti fuori dalla sfida col Bruges a scopo preventivo, oltre allo spagnolo, anche Ciro Immobile, Lucas Levia e il portiere Thomas Strakosha, oltre a Manuel Lazzari e Djavan Anderson. Nessuno di loro, a ogni modo, è stato mai dichiarato formalmente positivo al Covid-19.

Lazio, caos tamponi

Da chiarire, ora, i casi più recenti. Soprattutto quello di Immobile, risultato positivo il 26 ottobre (test Synlab), poi negativo il 30 e 31 (laboratorio di Avellino) e infine “debolmente positivo” il 2 novembre. Nel frattempo, però, il bomber Scarpa d’oro era sceso in campo per il match di Torino contro i granata, realizzando anche una rete. Sulle tre positività, la Lazio ha chiesto di effettuare delle controverifiche, risultate comunque positive. Una situazione che rischia di complicarsi oltremodo per la società biancoceleste, che potrebbe rischiare forse qualcosa in più di una semplice penalizzazione in classifica. Questo qualora risultassero irregolarità nel tampone di una settimana fa. Niente di dimostrato quindi.

Mancini e Dzeko

Nel frattempo, notizie di positività arrivano anche da Coverciano: il ct della Nazionale, Roberto Mancini, è risultato infatti positivo al Covid-19. A renderlo noto è la Figc, la quale ha comunicato che il tecnico è asintomatico e si trova in isolamento presso la propria abitazione. Senza sintomi e in isolamento anche il numero 9 della Roma, Edin Dzeko. “Ciao a tutti – ha scritto sui social il bosniaco -, purtroppo sono positivo al Covid-19 e come sapete dovrò rispettare il periodo di quarantena. Voglio tranquillizzare tutti quelli che mi conoscono, fortunatamente non ho sintomi particolari. Per alcuni giorni sarò costretto a rimanere distante dai miei compagni, ma con la mente e con il cuore starò con loro, a cominciare da domenica: daje ragazzi. Forza Roma”. Il centravanti, rimasto in panchina nel match di ieri contro il Cluj, in Europa League, dovrà ora saltare la sfida di domenica contro il Genoa, a Marassi.

Se vuoi commentare l'articolo manda una mail a questo indirizzo: [email protected]
Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.