Covid, l’Italia cambia colore: scuole chiuse in tre Regioni

Campania, Basilicata e Abruzzo chiudono gli istituti scolastici. Il territorio lucano, con quello del Molise, passa anche in zona rossa

ULTIMO AGGIORNAMENTO 13:09
Scuole Covid

Sarà un inizio settimana intenso dal punto di vista dell’assetto anti-Covid della Penisola. Da lunedì primo di marzo, infatti, parecchie regioni cambieranno colore, adeguandosi di conseguenza alle normative adottate in base all’aspetto cromatico. La Sardegna, come annunciato ieri, passerà in zona bianca. In arancione andranno la Lombardia, le Marche e il Piemonte, mentre Basilicata e Molise passeranno in rossa. In sostanza, rispettivamente, un graduale e un immediato ritorno alle situazioni di maggior contenimento della pandemia. Che, di riflesso, includeranno anche le scuole.

Covid, indicazioni e dati del Cts

A questo, naturalmente, vanno ad aggiungersi tutte le limitazioni che ne conseguono, decretate già dalla firma delle ordinanze relative del ministro della Salute, Roberto Speranza. A dare il là alla firma definitiva, i dati portati dal monitoraggio della Cabina di Regia sull’andamento del coronavirus in Italia, arrivati proprio nelle ore in cui è andato in scena il tavolo congiunto fra Ministero, Iss e Sardegna per il piano attuativo del passaggio in zona bianca. Una situazione che, al momento, non riguarda altri territori. Il Cts, infatti, ha dato indicazioni precise sulle misure contenitive da adottare. Le quali, per tre Regioni, si tradurranno nella nuova chiusura delle scuole.

Le Regioni che chiudono le scuole

Basilicata, Campania e Abruzzo: saranno questi i territori che, a partire dall’1 marzo, non faranno suonare la campanella. Il tutto sulla base degli indicatori del Cts, secondo il quale la Didattica a distanza diverrebbe obbligatoria nel caso in cui l’incidenza dei contagi superi i 250 casi ogni 100 mila abitanti. L’Abruzzo ha già fatto sapere che, dalle elementari alle superiori, le scuole saranno chiuse e gli studenti in Dad, anche sulla base di diversi contagi riscontrati in età scolare. Stessa cosa anche in Campania, dove il governatore De Luca ha firmato la relativa ordinanza di stop alla didattica in presenza per ogni scuola di ordine e grado, Università comprese. Raccomandazioni estese anche al resto della cittadinanza. Ancora non dettagliata l’ordinanza lucana ma, in corrispondenza all’ordinanza di passaggio in zona rossa, si fermeranno anche gli istituti scolastici.

Se vuoi commentare l'articolo manda una mail a questo indirizzo: scriviainterris@gmail.com
Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.